Moratti vota Icardi: "È più forte di Dzeko e Lukaku. Conte? Il suo passato alla Juve non conta"

L'ex presidente nerazzurro: "Il caso Maurito è più spinoso di quelli che mi sono trovato a risolvere durante la mia gestione. Che difesa con Godin..."

  • A
  • A
  • A

Icardi, la Juve, la nuova Inter di Conte. Massimo Moratti non si risparmia a margine dell'evento Versilia Football Planet a Lido di Camaiore: "Il caso Icardi è più spinoso di quelli che mi sono trovato a risolvere durante la mia gestione - dice l'ex numero 1 del club nerazzurro -. Lo reputo più forte di Dzeko e Lukaku, che rimangono ottimi attaccanti. Uno ha grande talento, l'altro ha grande fisico".

Moratti teme il passaggio di Maurito alla Signora: "Se dovesse finire alla Juventus, i bianconeri diventeranno super. Il comportamento del mondo Icardi sui social non mi interessa. Io ho sempre valutato i giocatori per il comportamento in campo e in allenamento". Una carezza a Conte: "Voglio vedere come interverrà. Il suo passato alla Juventus non conta. E' un grande professionista, lo ha dimostrato con la Nazionale e col Chelsea".

Inevitabile un commento al mercato dell'Inter: "Il colpo più importante per il momento è Godin, che è un leader. Ha creato una difesa incredibile. Handanovic, Skriniar, De Vrij e Godin rappresentano un'eccellenza anche per la Champions. Conte ha la difesa più forte del campionato e se gli scudetti li vincono le squadre che subiscono meno gol...". A centrocampo è sempre più vicino Barella: "Mi piace molto, ha grinta. Mi piace anche Sensi. Sono giovani, andranno aiutati. Lautaro Martinez ha ottimi colpi, ma lo vedo più una seconda punta che un centravanti vero".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments