Moratti: "Ibrahimovic all'Inter? Io una pazzia magari l'avrei fatta..."

L'ex presidente nerazzurro a SportMediaset: "Ma gli equilibri di squadra vanno rispettati"

  • A
  • A
  • A

Il campionato, con la lotta scudetto. Il mercato, con la suggestione Ibrahimovic. E poi ancora Conte, con il suo neo-interismo. Tutti argomenti che il tifoso nerazzurro numero uno in Italia (e nel mondo) Massimo Moratti ha affrontato in una intervista esclusiva concessa a SportMediaset. Da dove partire, allora? Dall'attrazione fatale sempre nutrita dall'ex presidente dell'Inter per i colpi di mercato venati di un pizzico di follia sportiva: "Riportare Ibrahimovic in Italia? Può darsi che io una pazzia l'avrei fatta (se fosse stato ancora il numero uno del club, ndr) però c'è da tenere un equilibrio e rispettare i giocatori che ci sono. In questi casi bisogna considerare tutte queste situazioni" .

Da Ibrahimovic a Conte, allora. Al neo-interismo, si diceva, del nuovo tecnico pienamente promosso, non solo per il lavoro sul campo: "Non mi ha stupito il suo modo di essere e lavorare. Si sapeva: ha spessore, è serio come allenatore, pensa in toto all'Inter, seriamente. Sta lavorando molto bene".

Tanto bene da essere incollato alla Juve: "Credo che l'Inter lotterà fino alla fine per far bene. Certo che la Juventus ha dimostrato anche in termini di giocatori di classe di avere delle opportunità maggiori e poi viene da un filotto di campionati vinti e quindi ha un altro spirito, ma l Inter sta dimostrando di avere sia la qualità sia il carattere necessario per lottare per il campionato".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments