INTER

Inter, aspettando Pavard Inzaghi si gode la nuova coppia Lautaro-Thuram

Ancora un gol per il Toro, che risponde a Osimhen e Giroud, e primo assist italiano per l'attaccante francese: lì davanti sta nascendo una coppia

  • A
  • A
  • A

"Sono contento di allenare questa squadra". Le parole di Simone Inzaghi dopo la bella vittoria dell'Inter a Cagliari sono la sintesi perfetta del mercato nerazzurro, che al termine di un'estate vissuta tra un colpo di scena e l'altro ha consegnato al tecnico (in attesa di Pavard per cui è attesa una risposta oggi) una squadra completa e funzionale al suo gioco che già nelle prime due giornate di campionato ha fatto brillare il proprio reparto offensivo. Il tradimento di Romelu Lukaku, che proprio oggi sbarca nella Capitale, può dirsi già dimenticato perché Marcus Thuram si è inserito velocemente, "capisce il gioco" come ha detto Inzaghi, è tatticamente prezioso, si muove con eleganza e con lui in campo non si sente l’assenza di Dzeko

Lì davanti cresce a vista d'occhio l'intesa con Lautaro, ancora una volta trascinatore dei nerazzurri, che con un gol di rara freddezza risponde a Giroud e Osimhen come la sua Inter ha risposto a Napoli e Milan (curiosamente in testa a punteggio pieno ci sono le ultime tre vincitrici dello scudetto, ndr) e si candida prepotentemente al titolo di capocannoniere della stagione. "Lautaro è andato sempre in crescendo nei miei due anni all’Inter, è sempre più responsabilizzato e si cala alla perfezione nel nostro modo di interpretare il calcio" lo ha esaltato dopo il match Inzaghi, che si gode il grande stato di forma del finalizzatore di una squadra che attacca con maestria, fraseggiando nello stretto e costruendo occasioni a raffica.

Un'Inter che funziona davanti come sugli esterni, con delle mezze ali che in determinate situazioni diventano delle mezze punte o dei trequartisti e un'Inter solida anche in difesa, che in attesa del possibile arrivo di Pavard dal Bayern chiude il secondo match consecutivo senza subire reti e mette anche in mostra le qualità di Sommer (molto bravo nel finale su Azzi). Un altro acquisto di questo mercato nerazzurro, a cui adesso manca solo la ciliegina sulla torta. 

Vedi anche Tre grandi dal profumo tricolore: Roma+Lazio peggio… del Frosinone 
  Calcio Tre grandi dal profumo tricolore: Roma+Lazio peggio… del Frosinone  

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti