L'INTERVISTA

Inter, parla Lautaro: "Non so se Lukaku si è pentito, ora sotto con Roma e Real"

L'attaccante nerazzurro a Sportmediaset: "Contento di essere rimasto, lavoriamo per fare il meglio per l'Inter"

  • A
  • A
  • A

Lautaro Martinez ricorda le pressioni di Messi (poi andato al PSG) per convincerlo ad andare al Barcellona: "Ne parlavamo tanto in nazionale, mi chiedeva com'era la situazione tra me e l'Inter ma sono rimasto sempre tranquillo perché parlavamo con la società per trovare un accordo per essere felice qui. È andata così e sono contento di essere rimasto, a Milano sto bene: io come la mia famiglia" le parole a Sportmediaset.

Poi una battuta su Lukaku: "Si è pentito del Chelsea? Non so... ha fatto una scelta personale. Lui era contento all'Inter, ci parlavamo spesso ma se ha scelto di andare via evidentemente era perché se la sentiva. Ora ci siamo noi che lavoriamo per dare il meglio all'Inter".

"RIVOGLIO LO SCUDETTO, ORA SOTTO CON ROMA E REAL"
"Siamo contenti qui, ci troviamo bene, una città che i piace tanto così come il progetto della società e quello che mi hanno proposto". Lautaro parla alla stampa del suo rinnovo del contratto con l'Inter. "Sono contento di essere rimasto qui, sono maturato tanto e ora dobbiamo difendere lo Scudetto che portiamo sul petto", ha aggiunto l'attaccante argentino. "Stiamo lavorando tanto, io cerco sempre di aiutare i miei compagni, a volte si riesce a fare gol a volte no, ma mi sento bene e mi trovo bene. Quello è importante, vuol dire che stiamo tutti bene con la testa e questo è importante", ha detto. E ancora: "Inzaghi mi sta aiutando molto, io cerco sempre di imparare tanto dagli allenatori perché hanno esperienza e cercano di fare il meglio per il calciatore".

Il Toro si proietta già alle prossime sfide: "Ora pensiamo alla partita contro la Roma, una squadra forte che cerca sempre di giocare bene a calcio. Dobbiamo riposare bene e andare lì a fare la partita in un ambiente caldo", ha aggiunto. "Poi penseremo a Madrid, dove vogliamo andare a vincere. Sicuramente sarebbe un segnale per tutti riuscire a vincere lì, sarebbe importante per continuare a crescere, per il gruppo. Sarà troppo importante per noi quella partita", ha concluso. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti