QUI INTER

Inter, Inzaghi: "Pezzo di scudetto? Le ultime partite sono un grande segnale"

Il tecnico nerazzurro dopo la vittoria sulla Roma: "I ragazzi sono stati bravissimi, la Lazio si tifa a prescindere"

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

"Temevo molto questa gara, che arrivava tre giorni dopo il derby contro un avversario in forma, che non perdeva da 12 partite. Bisognava mettere in campo una prestazione di valore e i ragazzi sono stati bravissimi a recuperare in fretta e a fare una gara importante e di qualità". Simone Inzaghi applaude la sua Inter dopo il 3-1 alla Roma. "Lautaro? Aveva bisogno dei gol, non è mai stato un problema. Si è sempre allenato nel migliore dei modi, adesso sta benissimo, deve continuare così", ha detto il tecnico nerazzurro nel dopo partita a Dazn.

"La Roma ci è venuta a prendere, nel primo tempo ci marcavano Brozovic e De Vrij a uomo. Bisognava prepararla bene e sono stati bravi i ragazzi. Ma è un punto di partenza: eravamo dietro, finalmente mercoledì recuperiamo questa partita contro il Bologna e dobbiamo prepararla al meglio - ha proseguito Inzaghi - Siamo in un momento intenso e c'è anche la finale di Coppa Italia che abbiamo voluto con tutte le nostre forze. Se in tasca trovo un pezzo di scudetto? Ci trovo una vittoria importantissima, ora dovremo essere bravi a gestire le forze fisiche e mentali. Ma siamo pronti, vogliamo giocarci le prossime gare a petto in fuori. Le ultime partite sono un grande segnale".

Sulla prestazione degli esterni: "Dumfries era fresco e riposato, martedì Darmian ha fatto una grandissima partita. Gosens sta benissimo, arriverà anche il suo turno". 

"Mourinho? È sempre molto gentile, è un allenatore speciale e parlare di calcio con lui un piacere - ha detto ancora il tecnico nerazzurro - Non ho sentito i miei ex giocatori. La Lazio si tifa sempre a prescindere...".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti