QUI INTER

Inter, Conte: "Ci siamo impauriti e abbiamo regalato due gol alla Lazio"

Il tecnico nerazzurro: "Nel secondo tempo siamo stati troppo morbidi. Dovevamo attaccare di più"

  • A
  • A
  • A

L'Inter è uscita sconfitta dal big match dell'Olimpico contro la Lazio, in rimonta, confermando il periodo di difficoltà intravisto prima contro il Milan e poi con il Napoli in Coppa Italia. Vetta lasciata alla Juve e sorpasso subito dai biancocelesti: "Abbiamo fatto una buona prestazione - ha commentato Antonio Conte -. Abbiamo regalato i due gol alla Lazio e questo non mi è piaciuto. I margini di errore in questa partita sono pochi, i dettagli diventano decisivi e sui gol abbiamo commesso grosse ingenuità, ma fa parte del processo di crescita. Ho tanti ragazzi che devono continuare a lavorare e migliorare per essere più sereni in queste situazioni".

Nel secondo tempo l'Inter ha avuto poca grinta: "Nei due si è visto che siamo stati morbidi. Anche in altre situazioni ci siamo fatti rimontare, come a Barcellona o col Dortmund, partite che avevi in pugno e che alla fine abbiamo perso. Noi dobbiamo fare un percorso con tanti ragazzi che devono migliorare e cercare poi di affrontare le situazioni nella giusta maniera. Nel secondo tempo sembravamo impauriti, ma c'è stato grande impegno da parte di tutti. Stiamo cercando di dare fastidio in vetta alla classifica, siamo orgogliosi del campionato che stiamo facendo ma dobbiamo anche sapere che c'è molto da fare ancora".

Per Conte la sfida è stata equilibrata contro la Lazio: "Nessuna ha dominato l'altra, entrambe le squadre hanno provato a vincere con idee di gioco chiare. La sfida è stata equilibrata, decisa da due gol evitabilissimi". Il primo è arrivato da un errore tra Padelli e Skriniar: "Non entro nel dettaglio, ma dobbiamo essere più sereni. A volte abbiamo troppa frenesia, serve più freddezza cercando di migliorare e far fruttare il lavoro quotidiano. Singolarmente abbiamo grandi margini di miglioramento, ma i giocatori devono metterci del loro".

All'Olimpico è mancata un po' di aggressività all'Inter: "Dobbiamo crescere a livello di personalità - ha ribadito Conte -. Stavamo vincendo uno scontro diretto e nel secondo tempo mi sarei aspettato una squadra meno timorosa, anche nel giro palla. Non so perché, ma è una condizione psicologica perché quando siamo andati sotto poi abbiamo ripreso a giocare anche in attacco. Quando siamo avanti a volte pensiamo che dobbiamo difendere il risultato, ma io penso che la migliore difesa sia l'attacco. Non fasciamoci la testa, abbiamo fatto una buona prestazione".

Infine su Eriksen, ancora una volta inserito nel finale: "Lo stiamo inserendo. Non possiamo pensare che un giocatore cambi la squadra così, siamo arrivati qui senza di lui...".

Vedi anche Serie A, Lazio-Inter 2-1: Immobile e Milinkovic ribaltano Conte Serie A Serie A, Lazio-Inter 2-1: Immobile e Milinkovic ribaltano Conte

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments