L'ANALISI

Inter, che beffa col Real: solo 5 vittorie dal ritorno in Champions e ai tifosi manca Lukaku

Dzeko, Lautaro e Correa hanno sbattuto contro Courtois e Big Rom col Chelsea è già stato decisivo

  • A
  • A
  • A

“Con questo coraggio si può andare lontano, giocando così sono fiducioso per il futuro e per la qualificazione". Le parole di Simone Inzaghi dopo la sconfitta beffa con il Real a San Siro rendono omaggio a un’Inter che per più di un’ora ha dominato i Blancos, ma che ancora una volta in Champions torna a casa senza aver fatto bottino pieno. Dal ritorno nella massima competizione europea nel 2018, i nerazzurri hanno vinto solo 5 degli ultimi 19 match disputati e i 38mila presenti hanno lasciato il Meazza con una sensazione chiara: “con Lukaku vincevamo”.

Dzeko e Correa, gli uomini che hanno sostituito il belga, sono apparsi meno brillanti rispetto alle prime uscite e hanno sbattuto contro un super Courtois come ha fatto Lautaro, che non ha la freddezza del killer d’area di rigore che aveva Big Rom. I tifosi nerazzurri lo vedono segnare con la maglia del Chelsea con grande nostalgia, ma devono essere fiduciosi perché contro il Real l’Inter ha dimostrato di essere una squadra solida e con le idee chiare e, come si dice, è mancato davvero solo il gol.

La caccia di Inzaghi alla qualificazione sfuggita due volte a Conte ripartirà martedì 28 in una gara chiave contro lo Shakhtar di De Zerbi, battuto a sorpresa all’esordio dallo Sheriff. I tifosi, si diceva, devono essere fiduciosi: al netto del risultato (che comunque resta la cosa più importante), la squadra di Inzaghi alla sua prima uscita in Champions ha dimostrato di avere un’attitudine europea molto più spiccata rispetto agli ultimi anni e lo testimonia un primo tempo chiuso con il 55% del possesso palla frutto di 295 passaggi completati, 40 in più rispetto al Real 13 volte campione.

"Giocando così sono fiducioso per il futuro e per la qualificazione" ha detto Inzaghi e devono esserlo anche i tifosi nerazzurri. 

Vedi anche Conte: "All'Inter due anni bellissimi, le auguro il meglio". Poi il lapsus su Dumfries Calcio Conte: "All'Inter due anni bellissimi, le auguro il meglio". Poi il lapsus su Dumfries

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments