Fiorentina: ufficiale Montella nuovo allenatore, contratto fino al 2021

Il neo tecnico viola: "Sono tornato per aprire un nuovo ciclo"

  • A
  • A
  • A

È ufficiale: Vincenzo Montella è il nuovo allenatore della Fiorentina. Il tecnico campano, che ha già guidato la squadra viola dalla stagione 2012/13 al 2014/2015 ottenendo tre quarti posti consecutivi e raggiungendo una semifinale di Europa League e una finale di Coppa Italia, ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2021. "Sono tornato per aprire un nuovo ciclo", ha dichiarato il nuovo tecnico della viola durante la conferenza stampa di presentazione. 

Per Montella, reduce dall'esperienza sulla panchina del Siviglia, terminata ad aprile 2018, ingaggio di 1,5 milioni netti a stagione. In questi mesi non sono mancate per lui le proposte: tra queste, alcune ricchissime dal Qatar ("Ci sono andato, ma solo a fare un giro...") e una dalla Federazione iraniana, che avrebbe offerto al tecnico italiano un contratto di tre anni e mezzo con il compito di guidare la Nazionale alla conquista di un posto ai Mondiali 2022 in Qatar. Proposte tutte rispedite al mittente. Ora riparte dalla Fiorentina.

"QUI PER APRIRE UN NUOVO CICLO" "Mi hanno convinto i Della Valle e il direttore, non facciamo parallelismi con la mia precedente Fiorentina. Sono qui per aprire un nuovo ciclo". Queste le prime parole di Vincenzo Montella dopo il suo ritorno sulla panchina della Fiorentina. "Bisogna ora stare tutti uniti - ha proseguito - credo in questa squadra, capisco la delusione dei tifosi, ripartiamo adesso. Dove potremo arrivare lo dira' il campo". "Ho chiarito a suo tempo con i Della Valle e sono qui per guardare avanti con forza e convinzione - ha aggiunto l'Aeroplanino -. Ho accettato perché amo questo lavoro. Ho avuto altre proposte, ma sono qui perché credo nel progetto". "Vengo da due esperienze diverse, con risultati importanti anche nelle difficoltà - ha proseguito -. Ho voglia di allenare, misurarmi sul campo e incidere". Poi una battuta su Chiesa: "E' un giocatore straordinario, che ogni allenatore vorrebbe perché ha quella voglia e fame che palesa in ogni allenamento e partita". Parole positive anche su Muriel, che ha già avuto a Siviglia: "Per le qualità che ha può fare ancora di più, anche se ha già fatto bene".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments