Fiorentina, il vicepresidente Salica: "Alla Juve permesse proteste inaccettabili"

Lo sfogo dopo il rigore prima concesso e poi tolto con il Var in Fiorentina-Juventus 0-2

  • A
  • A
  • A

"È inaccettabile che soltanto ad alcune squadre sia consentito protestare così". L'attacco alla Juventus è di Gino Salica, vicepresidente della Fiorentina che, tornando sulle proteste contro il direttore di gara Marco Guida da parte di alcuni giocatori della Juventus durante la partita di venerdì scorso ricorda l'episodio del rigore prima fischiato a favore della formazione gigliata, e poi tolto con l'ausilio del Var.

"Parliamo ogni giorno della mancanza di credibilità del calcio italiano, il fatto che non ci si sia qualificati ai Mondiali, che Lega e Figc siano commissariate da tempo e, se ci mettiamo anche questi episodi, la vedo veramente dura".

"Tutta l'Italia ha visto quello che è successo - ha aggiunto Salica -. Noi della Fiorentina ci siamo chiesti: perché glielo permettono". Nessuna voce grossa nel Palazzo. "Ci abbiamo riflettuto e abbiamo deciso di seguire un'altra linea. Probabilmente noi perdiamo la battaglia, tanto la partita era già persa. Forse i tifosi avranno di nuovo la percezione che siamo una società assente, che cura poco le cose. Invece abbiamo preferito intervenire in modo diverso. Con il presidente Cognigni - ha concluso Salica - stiamo studiando un'operazione per portare ai livelli giusti quello che è un disagio profondo".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments