Fabrizio Miccoli scarcerato: affidato in prova ai servizi sociali

Svolgerà attività lavorativa nella scuola calcio da lui stesso fondata in provincia di Lecce

  • A
  • A
  • A

L'ex attaccante di Palermo e Juventus Fabrizio Miccoli è stato scarcerato e affidato in prova ai servizi sociali. L'ex calciatore è stato condannato in via definitiva a tre anni e tre mesi per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Il 42enne era detenuto dal 24 novembre scorso dopo la condanna. Il Tribunale di Sorveglianza di Venezia ha accolto il ricorso del legale del "Romario del Salento", Antonio Savoia. A Miccoli è stata concessa la possibilità di svolgere attività lavorativa nella scuola calcio da lui stesso fondata, con l’affidamento in prova. L'ex attaccante dovrà anche rientrare presso la propria abitazione entro la mezzanotte e rispettare il divieto assoluto di frequentare soggetti pregiudicati.

Getty Images

Vedi anche Miccoli, inizia l'incubo: si è presentato in carcere a Rovigo Calcio Miccoli, inizia l'incubo: si è presentato in carcere a Rovigo

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti