Inter, Spalletti: "Peccato per l'approccio, nessuna paura per domenica"

Il tecnico: "Oggi abbiamo avuto molte difficoltà, ma ora penseremo solo al derby"

  • A
  • A
  • A

Complice la totale emergenza infortuni, l'Inter dice addio all'Europa League sconfitta in casa dall'Eintracht Francoforte e dopo il 90' Luciano Spalletti fa autocritica, ma fissa già il prossimo obiettivo: "Dispiace essere stati eliminati, stasera abbiamo sbagliato l'approccio alla gara e poi dopo il loro gol ci siamo disuniti. Gli infortuni non devono essere un alibi, domenica abbiamo una partita da vincere".

"Nei dieci minuti iniziali non riuscivamo a far girare la palla - ha spiegato Spalletti - non riuscivamo a tenere il possesso in avanti, Keita non giocava da tanto e gli mancava un po' di garra da partita vera. Infatti l'unica palla buona che ha avuto l'ha sprecata. Non siamo riusciti a giocare negli spazi come volevamo e come l'avevamo preparata e il loro gol iniziale ci ha innervosito e ci ha portato a sbilanciarci".

"È stata una partita difficile - ha aggiunto il tecnico - soprattutto all'inizio, poi cercando di recuperare siamo stati disordinati. Abbiamo portato troppo la palla e abbiamo lasciato troppi spazi agli avversari, non trovavamo le distanze. Soffriamo la pressione di San Siro? Quando si gioca in casa le aspettative sono sempre molte, ma per vincere partite importanti bisogna mantenere l'equilibrio. Se fossimo rimasti pari fino a un quarto d'ora dalla fine, giocando con calma e intelligenza, chissà come sarebbe finita. Abbiamo avuto troppa fretta, cercavamo di risolvere la partita da soli e non giocavamo di squadra, poi abbiamo sofferto molto la loro fisicità. Oggi abbiamo avuto molte difficoltà, ma non abbiamo nessuna paura per il derby, domenica bisognerà fare meglio, ma da stasera penseremo solo a quella partita".

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X
Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments