Arsenal-Napoli, insulti razzisti a Koulibaly: i Gunners indagano

Il club di Londra ha aperto un'indagine interna: "Tolleranza zero"

Arsenal-Napoli, insulti razzisti a Koulibaly: i Gunners indagano

Nuovo episodio di razzismo nei confronti del difensore del Napoli Kalidou Koulibaly. L'Arsenal, che ieri sera ha battuto all'Emirates Stadium i campani 2-0 nell'andata dei quarti di finale di Europa League, ha aperto un'indagine interna per individuare l'identità del tifoso che ha postato sui social un video contro il difensore azzurro, definito 'nigger'. A quanto racconta 'The Guardian', il video su snapchat è di 15 secondi, il supporter londinese ha usato "offese a sfondo razziale" nei confronti del difensore franco-senegalese del Napoli. "Abbiamo un approccio di tolleranza zero: chiunque si comporti così, sarà bandito dalle nostre partite".

"Condanniamo completamente l'uso di questo tipo di linguaggio razzista e abbiamo avviato un'indagine per identificare il colpevole", ha detto l'Arsenal in una dichiarazione. "Chi si comporta così, non è il benvenuto all'Arsenal".
Il tema del razzismo è diventato rovente in Inghilterra nelle ultime settimane. "Abbiamo una comunità di tifosi estremamente variegata che fanno tutti parte della famiglia Arsenal e tali incidenti sono rari presso lo Stadio Emirates. Incoraggiamo i sostenitori a segnalare eventuali incidenti presentandosi agli stewards o tramite il nostro servizio di avviso della giornata".

TAGS:
Calcio
Europa league
Napoli
Arsenal
Insulti razzisti
Tifoso indagato

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X