Klopp e la mission (im)possible del Liverpool: "La rimonta della Roma contro il Barça? Non ci penso..."

Il tecnico dei Reds alla vigilia della sfida di Anfield: "Altra storia, loro avevano segnato"

  • A
  • A
  • A

"Salah ha avuto una commozione cerebrale. Ora sta meglio ma non è abbastanza in forma da un punto di vista medico e domani non sarà a disposizione. E con lui sarà assente anche Firmino". Così il tecnico del Liverpool, Jurgen Klopp, nella conferenza stampa alla vigilia della semifinale di ritorno di Champions contro il Barcellona, dopo il 3-0 subito all'andata. Una vera e propria mission (im)possible, anche se la rimonta comedella Roma un anno fa, che dopo aver perso 4-1 si era qualificata vincendo 3-0 al ritorno, lascia aperta la porta alla speranza: "Altra storia" ha tagliato corto Klopp. "Non ci dobbiamo pensare e poi i giallorossi all'andata avevano segnato due gol".

"Per noi sarà la terza partita in sei giorni mentre il Barcellona ha fatto turnover nell'ultimo match di campionato", ha poi ricordato il tecnico dei Reds, ancora in corsa per la Premier. "Remuntada? Non voglio essere io a dare motivo ai giocatori del Barcellona di essere ancora più decisi. Comunque avrò tempo fino a domani per parlare con i miei giocatori. Noi dovremo essere bravi a difendere, senza prendere gol e provare ad essere forti in attacco. Ci proveremo al 100% ma questo non significa che funzionerà, se riusciremo a farlo, sarà meraviglioso, altrimenti avremo fallito nel modo più bello". Un aiuto ai Reds lo darà, come sempre, l'atmosfera di Anfield: "Immagino che lo stadio sarà pazzesco, non solo dobbiamo segnare ma dobbiamo anche impedire al Barcellona di segnare e questo non succede molto spesso. All'andata avremmo voluto segnare un gol o due e così purtroppo non è stato".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments