CHAMPIONS LEAGUE

Champions League: Bayern a valanga sul Plzen, il Liverpool risorge con i Rangers

I bavaresi travolgono 5-0 il Viktoria e volano al primo posto nel girone dell’Inter, i Reds vincono 2-0 e sono secondi dietro al Napoli

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Uragano Bayern Monaco sul Viktoria Plzen. Nella terza giornata di Champions League, i bavaresi asfaltano i cechi 5-0 e si portano a punteggio pieno nel girone dell’Inter. Decisive le reti di Sanè (doppietta), Gnabry, Manè e Choupo-Moting. Nel gruppo del Napoli, invece, il Liverpool insegue i partenopei al secondo posto grazie al 2-0 sui Glasgow Rangers. Vincono anche Marsiglia e Porto, Atletico Madrid ko, solo 0-0 per il Tottenham di Conte a Francoforte. 

GRUPPO A
Nel girone dominato dal Napoli è il Liverpool a inseguire i partenopei al secondo posto con sei punti. I Reds ritrovano una vittoria stagionale che mancava dal 14 settembre grazie al 2-0 in casa sul Rangers Glasgow: decisive le reti di Alexander-Arnold su punizione al 7’ e di Salah su rigore al 53’. Calci piazzati fondamentali per la squadra di Klopp, ancora in cerca della forma migliore. Ancora peggio gli scozzesi, in fondo alla classifica del gruppo con ancora zero punti dopo tre giornate.

GRUPPO B
Sempre più sorprendente il Bruges in testa a punteggio pieno nel gruppo B. Terza vittoria in altrettante partite infatti per i belgi, stasera vincitori in casa 2-0 sull’Altetico Madrid. Sowah e Jutgla firmano un gol per tempo, al 76’ Griezmann sbaglia un rigore e la squadra di Simeone resta a soli tre punti. Tre punti anche per Porto e Leverkusen: nello scontro al Do Dragao, sono le reti di Zaidu al 69’ e Galeno all’88’ a consegnare a Conceicao il 2-0 che vale la prima vittoria in questa Champions. 

GRUPPO C
Tutto facilissimo per il Bayern Monaco in casa contro il Viktoria Plzen. Dopo tre partite i tedeschi di Nagelsmann si portano al comando a punteggio pieno nel girone dell’Inter, mentre i cechi restano ultimissimi con zero punti. Pratica risolta dai bavaresi dopo appena 21 minuti: è Sané ad aprire le danze al 7’, Gnabry raddoppia sei minuti dopo, Manè cala il tris. Al 36’ c’è tempo anche per il poker di Musiala ma il Var annulla per fuorigioco, cambia poco perché in avvio di ripresa arriva la doppietta personale di Sanè al 51’ e la cinquina di Choupo-Moting appena entrato al 59’. Bayern padrone del campo dal primo all’ultimo minuto, partita senza storia che si trascina fino al triplice fischio.

GRUPPO D
Nell’anticipo del girone D, iniziato in ritardo di circa 20 minuti per il traffico che ha bloccato il pullman dello Sporting Lisbona, il Marsiglia raddrizza la partita 4-1 nonostante un Velodrome deserto. Sono infatti i portoghesi a portarsi avanti dopo 50 secondi con Trincao, ma l’avvio shock non scoraggia gli uomini di Tudor che all’11’ approfittano dell’erroraccio su rinvio del portiere Adan e pareggiano con Sanchez. Passano cinque minuti e la rimonta si concretizza con Harit, al 23’ Adan completa la sua serata da incubo facendosi espellere (rosso diretto) dall’arbitro italiano Massa. L’OM ne approfitta subito e al 28’ Balerdi cala il tris: con due reti di vantaggio e un uomo in più, è in discesa per i francesi che nella ripresa amministrano e poi calano il poker nel finale con Mbemba. Primi tre punti in Champions per il Marsiglia, primo ko invece per lo Sporting. Al secondo posto a pari merito con quattro punti invece Tottenham e Francoforte, autori in Germania di uno 0-0 privo di grandi emozioni e che consegna a Conte un girone di ritorno complicato. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti