Allegri: "Primo posto importante"

Il tecnico soddisfatto: "Abbiamo raggiunto il primo obiettivo stagionale"

  • A
  • A
  • A

Massimiliano Allegri è felice per la vittoria contro la Dinamo Zagabria. "Era importante passare come primi, in più non avevamo mai vinto in casa in Champions - ha spiegato ai microfoni di Premium Sport -. Abbiamo raggiunto il primo obiettivo stagionale. Se conviene essere passati come primi? Dipende dalla pallina del sorteggio, se è giusta sì, se non è giusta conviene lo stesso perché tanto dovremo giocarci contro".

Dopo un primo tempo sottotono, la squadra è cresciuta nella ripresa. “Il cambio di modulo durante la gara? L'ho fatto per mettere più uomini dentro il campo, eravamo lenti anche se abbiamo avuto occasioni per andare in vantaggio - ha spiegato Allegri -. Nella ripresa abbiamo fatto meglio, loro si sono aperti e per noi è diventato più facile".

Nel finale si è rivisto Dybala in campo con Higuain e Madzukic. "Il tridente potrebbe essere una soluzione futura? Potrebbe essere una soluzione anche a partita in corso, dipenderà dalle partite".

Pjanic non ha convinto. "E' uno dei giocatori che ha giocato di più, contro l'Atalanta ha fatto una gara intensa, oggi c'erano meno spazi ma ha fatto delle buone giocate. Il centrocampo a rombo? E' un sistema di gioco che ci permette di avere più giocatori dentro il campo ma anche con l'altro sistema di gioco abbiamo fatto bene, le 12 partite vinte in campionato le abbiamo affrontate con quel modulo. Non è tanto il sistema di gioco che conta ma è l'interpretazione che diamo: dobbiamo muoverci di più durante le partite".

Mancano sette gare europee prima della finale di Champions. "Dobbiamo pensare al Torino adesso, poi alla Roma e al Milan in Supercoppa. Poi dopo penseremo alle altre sette partite di Champions che ci separano dalla finale. Sette comunque è un bel numero, speriamo sia fortunato".

Dove può crescere questa squadra? "Non ci manca assolutamente niente, i giocatori che ho sono degli ottimi calciatori che vanno sfruttati per le loro qualità. In questo momento stiamo facendo bene, siamo primi in classifica in campionato e siamo passati agli ottavi di Champions come primi. Più di così non potevo chiedere, poi è normale che dobbiamo migliorare dal punto di vista del gioco, del concedere meno tiri in porta e di stare più ordinati”.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments