DALLA CATALOGNA

Barcellona, Setien teme il Napoli: "Non sarà facile. Spero di giocare al Camp Nou"

Il tecnico blaugrana: "La nuova formula penalizza tutti. Con due partite puoi rimediare agli errori"

  • A
  • A
  • A

La vittoria della Coppa Italia da parte del Napoli non è passata inosservata in Catalogna dove il Barcellona, dopo l'1-1 dell'andata degli ottavi di Champions, ospiterà ad inizio agosto i ragazzi di Gattuso. "Non sarà facile - ha commentato il tecnico blaugrana Quique Setien -, nella sfida contro la Juve hanno fatto bene". La sede della sfida non è ancora stata ufficializzata dalla Uefa: "Spero di poterla giocare al Camp Nou. Comunque la nuova formula penalizza tutti".

Che si giochi in campo neutro, di fatto come la final eight ufficializzata dalla Uefa con le squadre che si qualificheranno ai quarti, o al Camp Nou a porte chiuse non è ancora chiaro, ma la nuova formula per finire la stagione europea studiata dalla Uefa non convince Setien: "La gara secca penso sia peggiore per il Barça e per tutte le squadre - ha commentato l'allenatore -. Con due partite puoi rimediare. Vorremmo tutti giocare una doppia sfida, ma le circostanze sono quelle che sono. Spero che contro il Napoli giocheremo qui a Barcellona. Sarebbe diverso se dovessimo giocare su un campo neutro e a porte chiuse".

Con il tecnico blaugrana si è parlato anche del futuro di Arthur. Il centrocampista brasiliano interessa a Juventus e Inter in Italia, ma ha pretendenti da tutta Europa. Il Barça non vorrebbe cederlo, ma il giocatore sembrerebbe fare pressione per la cessione a fine stagione: "A me interessa che il ragazzo sia coinvolto al 100% nel nostro progetto e su quello che stiamo facendo. Arthur deve pensare solo alle partite che ci restano da giocare, il resto non mi riguarda".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments