INGHILTERRA

Premier League: Arsenal da solo al comando, Liverpool esagerato e rimonta City, sorridono anche Chelsea e United

Ai Gunners il derby col Fulham, Klopp ne fa nove al Bournemouth, Haaland salva Guardiola nel 4-2 al Crystal Palace, Blues ok nonostante un uomo in meno col Leicester, ai Red Devils basta Bruno Fernandes

  • A
  • A
  • A

Vincono le big nella quarta giornata di Premier League. L’Arsenal balza al comando solitario della classifica grazie al 2-1 in rimonta sul Fulham. Il Liverpool coglie il primo successo con un devastante 9-0 al Bournemouth. Soffre il City che deve rimontare da 0-2 a 4-2 in casa col Crystal Palace grazie ad Haaland. Bene Chelsea e United: i Blues passano 2-1 sul Leicester con un uomo in meno, a Ten Hag basta Bruno Fernandes nell’1-0 a Southampton. 

ARSENAL-FULHAM 2-1
Una rimonta che vale il primo posto solitario in classifica per l’Arsenal che ribalta il Fulham in uno dei tanti derby di Londra di questa Premier League. Dopo un primo tempo equilibrato Mitrovic porta avanti gli ospiti a sorpresa al 56’, ma il vantaggio dura poco perché Odegaard pareggia dopo appena otto minuti. I Gunners a questo punto ci credono e partono all’assalto del fortino avversario, gli sforzi vengono ripagati a quattro minuti dal 90’ grazie a Gabriel. Dopo gli interminabili otto minuti di recupero Arteta si gode la vetta. 

LIVERPOOL-BOURNEMOUTH 9-0
Il Liverpool coglie finalmente la prima vittoria in campionato e lo fa in grande stile asfaltando letteralmente il malcapitato Bournemouth. Partita a senso unico e sconfitta storica per gli ospiti che cadono sotto i colpi degli uomini di Klopp, scatenati e senza pietà. Conti chiusi già a fine primo tempo con i Reds avanti 5-0 grazie alle reti di Diaz, Elliot, Alexander-Arnold, Firmino e Van Dijk. Poi nella ripresa arrivano l’autogol di Mepham, la doppietta di Firmino, Carvalho e ancora Diaz a dilagare. Il Napoli, primo avversario degli inglesi nel girone di Champions tra dieci giorni, è già avvisato.

MANCHESTER CITY-CRYSTAL PALACE 4-2
Il City soffre ma poi si salva in rimonta in casa contro il Crystal Palace. Inizio shock per la squadra di Guardiola che va sotto 2-0 dopo appena 21 minuti per l’autogol di Stones e la rete di Andersen. Nella ripresa però i Citizens ritrovano il gioco migliore e raggiungono gli avversari nel giro di nove minuti con Bernando Silva (53’) e Haaland (62’). Passano appena altri otto minuti e la rimonta è completata sempre con Haaland. Ancora il bomber ex Borussia cala il poker al minuto 81’ e chiude i conti facendo tirare un bel sospiro di sollievo a Guardiola.

CHELSEA-LEICESTER 2-1
Il Chelsea ritrova la vittoria dopo due partite mentre prosegue il pessimo avvio di stagione del Leicester, penultimo con un solo punto. Padroni di casa con un uomo in meno dopo il doppio giallo a Gallagher alla mezz’ora, ci pensa però Sterling a non far pesare l’inferiorità numerica grazie alla doppietta nel secondo tempo tra il 47’ e il 63’. Barnes accorcia le distanze al 67’, ma poi Tuchel alza il muro e non cede fino al liberatorio triplice fischio.

BRENTFORD-EVERTON 1-1
Un punto ciascuno per Brentford ed Everton ancora alla ricerca della forma migliore. Gordon porta avanti gli ospiti al 24’, Janelt risponde a cinque minuti dalla fine e Lampard perde così l’occasione di vincere il primo match stagionale restando fermo a soli due punti.

BRIGHTON-LEEDS 1-0
Primo ko in campionato per il Leeds mentre il Brighton conferma l’ottimo avvio di stagione con ben 10 punti dopo quattro giornate. Gross spezza l’equilibrio al 66’ in favore dei padroni di casa, quanto basta per difendersi fino al fischio finale.

SOUTHAMPTON-MANCHESTER UNITED 0-1
Due indizi possono fare una prova: il Manchester United inizia a ingranare in Premier League. Se il 2-1 contro il Liverpool aveva dato entusiasmo ai Red Devils, muovendo la classifica, il sofferto ma fondamentale successo per 1-0 in casa del Southampton sembra rilanciare definitivamente la formazione di ten Hag. Al St. Mary's Stadium, poche occasioni da gol, soprattutto nel primo tempo: gli ospiti vanno più volte vicini al vantaggio nella stessa azione, con Elanga, Bruno Fernandes ed Eriksen che vengono murati da Bazunu e Salisu. Allo scoccare della mezz'ora di gioco, invece, sono i Saints a sfiorare l'1-0 con Bella-Kotchap, impreciso da pochi passi sugli sviluppi di calcio d'angolo. Dopo un primo tempo con pochi momenti memorabili, il risultato si sblocca al 55': cross di Dalot dalla destra e conclusione al volo di Bruno Fernandes, che trova l'angolino basso e batte Bazunu, firmando l'1-0 in favore dei Red Devils. Il vantaggio degli ospiti regge anche grazie all'ottima parata di de Gea su Aribo. Al 68' entra in campo Cristiano Ronaldo, che però non riesce ad incidere, mentre 12 minuti dopo arriva il debutto con la maglia del Manchester United dell'ex Real Madrid Casemiro, che entra all'80' al posto di Elanga. Nel finale, Dalot è attento nell'allontanare la rovesciata di Mara, che poi sul susseguirsi dell'azione prova un tiro-cross di poco a lato. Al triplice fischio, è sollievo per il Manchester United e per ten Hag, che con questa vittoria salgono a 6 punti dando seguito al fondamentale successo contro il Liverpool. I Red Devils superano in classifica proprio il Southampton, fermo a quota 4 dopo il secondo ko in Premier League.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Vedi anche Napoli sogna già CR7. Pampa Sosa: "Punterei su Osimhen, ma per ora è fantacalcio" napoli Napoli sogna già CR7. Pampa Sosa: "Punterei su Osimhen, ma per ora è fantacalcio"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti