INGHILTERRA

Premier League: Liverpool e City vincono in trasferta, tre punti anche per Tottenham e Chelsea

Klopp fa 7 su 7 con l'1-0 a Sheffield, Guardiola vince 3-1 con l'Everton. Gli Spurs, in dieci, battono 2-1 il Southampton, Jorginho in gol nel 2-0 dei Blues

  • A
  • A
  • A

Vincono le grandi nel sabato di Premier League. Inizia il Liverpool, che passa 1-0 sul campo dello Sheffield United e rimane a punteggio pieno: decisivo Wijnaldum, che sfrutta l'errore del portiere avversario. Il Manchester City resta a -5 con il 3-1 all'Everton: segnano Gabriel Jesus, Mahrez e Sterling. Ok anche il Tottenham (2-1 al Southampton nonostante una papera di Lloris e il rosso ad Aurier) e il Chelsea, che batte 2-0 il Brighton: in gol anche Jorginho.

SHEFFIELD-LIVERPOOL 0-1
Se vinci le prime sette partite del tuo campionato e ci riesci anche in una giornata in cui non riesci proprio a brillare, significa che puoi davvero pensare di andare lontano. E così un Liverpool scolorito come la sua terza maglia beffa uno splendido Sheffield United nel suo stadio e avvisa tutti: fermarlo, in Premier League, quest'anno sarà un'impresa per tutti. Gli ospiti fanno girare palla già dai primi minuti, ma il tridente delle meraviglie Mané-Firmino-Salah appare sin da subito spuntato. E addirittura la prima occasione nitida si fa attendere venti minuti ed è targata Sheffield: su contropiede Fleck trova Robinson, il suo destro a incrocio finisce fuori di un nonnulla. Il Liverpool è in enorme difficoltà: lo si intuisce prima della mezz'ora, quando Salah non trova spazio al limite dell'area e il giropalla dei Reds torna addirittura fino al portiere Adrian. A qualche istante dall'intervallo Mané è anche sfortunato e centra il palo. Anche nella ripresa il tema della partita non cambia, e anzi lo Shieffield inizia timidamente ad avanzare il raggio delle proprie azioni, mentre la gente di Bramall Lane canta felice. Il Liverpool deve anche ringraziare Robertson e Van Dijk, che in pochi secondi murano la porta di Adrian sui tentativi a botta sicura di Fleck e Lundstram. Sembra un pomeriggio stregato, e invece improvvisamente il Liverpool passa: al 70' Origi mette un pallone in mezzo, la difesa di casa respinge ancora, ma sul tiro tutt'altro che perfetto di Wijnaldum da fuori area Henderson si fa passare il pallone tra le braccia e tra le gambe regalando il vantaggio agli ospiti. I Blades provano coraggiosamente ma confusamente a riportarsi in avanti e per poco Salah non li beffa: per l'egiziano è però una giornataccia e il suo contropiede uno contro uno con Henderson finisce sparacchiando il pallone addosso al portiere avversario. Ci sarebbe anche l'occasione dell'1-1, ma il 34enne Clarke, esordiente in Premier, spara altissimo sopra la traversa: sarebbe stata la favola del weekend, ma evidentemente questo Liverpool alle favole (altrui) non crede.

TOTTENHAM-SOUTHAMPTON 2-1

È del Southampton la prima palla gol: Lloris è pronto sul tiro di Højbjerg. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e al 22' ci sono le prove generali del vantaggio, quando un gioco a tre libera Ndombele a un tiro poi deviato in angolo. Dalla bandierina ci prova Son di testa, Gunn respinge con prontezza. Il portiere del Southampton è meno reattivo due minuti più tardi: Ndombele, ancora libero in area, scaglia un sinistro centrale e parabile, ma tanto basta per siglare l'1-0. La tavola sembra imbandita per una vittoria tranquilla, invece al 31' Aurier viene espulso per doppia ammonizione, e al 39' Lloris compie una papera simile a quella che fece segnare Mandzukic in finale dei Mondiali: stavolta è Ings a ringraziare. L'1-1 e l'inferiorità numerica non abbattono i padroni di casa, di nuovo in gol con Kane al 44', dopo una bella azione a tre con Son ed Eriksen. Nella ripresa si riscatta Lloris, autore di due prodezze salva-risultato, prima su una punizione di Ward-Prowse, poi sul colpo di testa di Yoshida.

CHELSEA-BRIGHTON 2-0

Nettamente meglio la squadra di Frank Lampard, che per la prima volta non prende gol in campionato. Il Chelsea domina il primo tempo e ha numerose occasioni per andare in vantaggio, ma il palo di Tammy Abraham e l'imprecisione di Barkley e Marcos Alonso costringe i Blues ad andare al riposo sullo 0-0. In apertura di ripresa l'episodio che decide la partita: fallo di Webster su Mount e calcio di rigore, dal dischetto Jorginho trasforma con la solita calma, con Barkley che, a differenza di quanto accaduto in Champions League, non si azzarda nemmeno ad avvicinarsi al pallone. I Seagulls sono molto più pericolosi nella ripresa e vanno vicini al pareggio con Alzate e Burn (traversa), così il Chelsea deve accelerare le operazioni per il 2-0, trovato con Willian (76') grazie anche alla deviazione di Burn.

EVERTON-MANCHESTER CITY 1-3
Sergio Agüero parte dalla panchina in vista della Champions League, in campo va il trio Mahrez-Gabriel Jesus-Sterling. Solito City inarrestabile nei primi 30': Mahrez impegna Pickford tre volte, Gündogan prende una traversa a porta vuota su un cross-gioiello dell'algerino. E quando l'Everton sembra reagire, i campioni d'Inghilterra passano. Solita scorribanda di Mahrez, che appoggia a De Bruyne: il belga trova Gabriel Jesus in area e il brasiliano insacca in tuffo (24'). I padroni di casa rischiano di affondare ma restano a galla con l'immediato 1-1 di Calvert-Lewin (34'), che sulla riga “toglie” il gol a Coleman, bravo a superare in pallonetto Ederson. Trascinato dal Goodison, l'Everton prende coraggio e nella ripresa sfiora il k.o. con un colpo di testa di Mina (Ederson super), poco dopo Sterling apre troppo il piatto e manda a lato pur essendo solo in area. Partita dalle mille emozioni, la decide la bravura dei singoli: al 71' Mahrez beffa sul primo palo Pickford da calcio piazzato. Marco Silva decide di giocarsi la carta Kean, ma a far tremare Guardiola sono Calvert-Lewin e Mina: Ederson è miracoloso su entrambi e regala la vittoria al City almeno quanto Sterling (per il resto in ombra), che all'84' segna il 3-1 della sicurezza concesso dalla goal line technology. I campioni d'Inghilterra continuano l'inseguimento al Liverpool e restano a -5 da Klopp.

LE ALTRE PARTITE

Dietro al treno inarrestabile che è il Liverpool, c'è già il vuoto. Il Manchester City è secondo, terzo il West Ham che pareggia 2-2 in trasferta contro il Bournemouth. Hammers in vantaggio con Andriy Yarmolenko (9'), pareggio immediato dei padroni di casa con Joshua King (18') e rimonta completata con Callum Wilson (46'), al quinto gol in quattro partite di Premier. Il West Ham agguanta il pari con Cresswell (74'). Nelle altre partite, altro 2-2 tra Aston Villa e Burnley, mentre Crystal Palace e Wolverhampton (per Cutrone solo dieci minuti) battono 2-0 rispettivamente il Norwich e il Watford.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments