INGHILTERRA

Premier League: il Liverpool soffre ma batte 2-1 l’Aston Villa e aggancia il City in vetta

I Reds vanno sotto ma ribaltano il risultato con Matip e Mané. Riacciuffato in testa Guardiola, che mercoledì proverà un nuovo allungo

  • A
  • A
  • A

Continua il duello per il titolo della Premier League. Con la vittoria per 2-1 in casa dell’Aston Villa, il Liverpool sale a quota 86 punti, come il Manchester City che però ha una partita in meno. La squadra di Birmingham va in vantaggio con Douglas Luiz, ma viene ripresa e superata da Matip e Mané. Klopp fa turnover, pensando alle finali che aspettano i Reds, ma tiene ancora vivo il sogno di centrare uno storico poker di trofei.

© Getty Images

Il Liverpool vince 2-1 in casa dell’Aston Villa e rispedisce la palla nel campo avversario in questo avvincente testa a testa con il City. I Reds si presentano a Birmingham con l’obiettivo di non far scappare la squadra di Guardiola, dopo aver perso due punti nel turno precedente. Il calendario però è ingolfato e Klopp fa riposare alcuni titolari, tra cui Salah. La sua squadra interpreta male il messaggio ed entra in campo stranamente svagata, un approccio che in Premier viene punito subito. Al 3’ i Villans passano: cross di Digne e inserimento di Douglas Luiz che è abile a ribadire in rete una corta respinta di Alisson. I Reds però recriminano per un fuorigioco da cui scaturisce il gol, ignorato dall’arbitro. La sensazione di aver subito un torto sveglia il Liverpool dal suo torpore e infatti non passano neanche 3’ e la squadra di Klopp trova il pareggio. Lo fa con Matip, sugli sviluppi di un calcio d’angolo e dopo un batti e ribatti in area piccola. Il Liverpool si riassesta e torna a macinare gioco, ma la squadra allenata dal suo storico capitano, Steven Gerrard, risponde colpo su colpo. La partita non conosce soste, fioccano le occasioni da gol ma la fiammata decisiva arriva al 65’. Ripartenza fulminea dei Reds, palla a Luis Diaz che dalla sinistra pennella sulla testa di Manè per un facile appoggio: è il 2-1 che decide il match, insieme a un paio di parate di Alisson nel finale. Unica nota storta della serata è l’infortunio per Fabinho, perno del gioco della squadra di Klopp, che potrebbe dunque perdere un elemento fondamentale per un finale di stagione impegnativo. Alla squadra di Salah e compagni mancano ancora 4 partite: le ultime due di Premier e le due finali, di Fa Cup e di Champions: un paio di settimane per consegnare alla storia questa stagione.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti