INGHILTERRA

Premier League, il City affonda il Crystal Palace: titolo a un passo. Chelsea sempre più quarto

Aguero e Ferran Torres firmano le reti del 2-0. I Blues si preparano al ritorno di Champions con la doppietta di Havertz sul Fulham

  • A
  • A
  • A

Il Manchester City vince 2-0 sul campo del Crystal Palace e domani potrebbe già festeggiare la conquista della Premier League in caso di sconfitta dello United contro il Liverpool. Dopo un primo tempo spento, gli uomini di Guardiola vanno in rete al 57’ con Aguero e due minuti dopo con Ferran Torres. Il Chelsea consolida il quarto posto grazie al 2-0 contro il Fulham: una doppietta di Havertz condanna i Cottagers, vicinissimi alla retrocessione. L'Everton perde in casa, passa l'Aston Villa.

CRYSTAL PALACE-MANCHESTER CITY 0-2
Il settimo titolo inglese nella storia del Manchester City è ormai ad un passo: la squadra di Pep Guardiola affonda il Crystal Palace con un uno-due micidiale intorno al quarto d’ora della ripresa e già fra poco più di ventiquattr'ore potrebbe festeggiare il successo finale, con ben quattro gare d'anticipo, in caso di sconfitta dei cugini dello United contro il Liverpool. Reduci dalla vittoria nella Carabao Cup e, soprattutto, della splendida rimonta di Parigi in Champions League, i Citizens iniziano in realtà un po’ molli e nel primo tempo del Selhurst Park, nonostante l’imponente dominio alla voce possesso palla, non producono alcun grattacapo alla squadra allenata da Roy Hodgson. Tutto cambia però nella ripresa, nel giro di pochissimi minuti: al 52’ è provvidenziale l’intervento sulla linea di Dann appena prima che il pallone possa arrivare sulla testa di Gabriel Jesus, ma al 57’ nulla può la difesa contro il Kun Aguero, che stoppa in area con il destro e con lo stesso piede fulmina di controbalzo Guaita. Il gol è uno shock per le Eagles che capitolano due minuti dopo: stavolta è Ferran Torres a segnare, con una bella conclusione dal limite. Al 62’ Sterling sfiora il tris colpendo il palo alla destra del portiere spagnolo del Palace, e sostanzialmente è questa l’ultima vera emozione: l’ultima mezz’ora è una vera e propria passerella verso il successo, adesso l’attesa è tutta per la sfida dell’Old Trafford di domani, con il titolo che Guardiola e i suoi potrebbero festeggiare davanti alla Tv.

CHELSEA-FULHAM 2-0
Il Chelsea dimostra di non avere ancora la testa pienamente al ritorno di Champions contro il Real Madrid, preferendo (pertinentemente) pensare a blindare la partecipazione alla prossima edizione del torneo europeo. La quarta posizione consolidata in Premier League arriva dopo il bel successo in casa contro il Fulham. Buon inizio degli ospiti: al 6’ Robinson s’invola verso l’area avversaria e scocca un tiro potente che fa la barba alla traversa. Tuttavia, il vantaggio è per i Blues: assist d’oro di Mount, che aggancia un lancio lungo di Thiago Silva e poi serve la sovrapposizione di Havertz, che batte Areola tutto solo. Chelsea che rischia al 22’, quando un diagonale rasoterra dal vertice alto di Lockman vede Mendy distendersi e deviare in angolo. Sul fronte opposto non è da meno Areola, perché Werner libera, grazie a un passaggio preciso, Ziyech il quale colpisce a botta sicura, ma i riflessi dell’ex Psg e Real gli negano il gol. Bravo poi ancora Mendy su Ola Aina. A inizio ripresa, sotto la pioggia di Stamford Bridge, Werner e Havertz provano inizialmente a dialogare nello stretto per poi trovare il raddoppio al 49’: filtrante geniale del primo e trovato sul filo del fuorigioco il numero 29, che firma la doppietta personale. Niente più da fare, quindi, dopo l’asse tedesco per il Fulham, a cui manca solo la matematica per la retrocessione in Championship.

EVERTON-ASTON VILLA 1-2
L’Aston Villa passa 2-1 sul campo dell’Everton e si avvicina in classifica proprio ai Toffees che occupano in questo momento l’ottava posizione. Botta e risposta tra il 13’ e il 19’: i Villains si portano avanti nel punteggio con un diagonale destro rasoterra di Watkins, ma Calvert-Lewin pareggia i conti con un colpo di testa sul calcio d’angolo di Digne. Si arriva così all’80’, quando uno splendido destro a giro di El-Ghazi dal limite regala il successo all’Aston Villa. Niente aggancio al Tottenham settimo da parte di Ancelotti.

BRIGHTON & HOVE ALBION-LEEDS UNITED 2-0
Salvezza ormai ampiamente acquisita per il Brighton, che stende in casa 2-0 il Leeds e condanna la squadra di Bielsa a dare quasi l’addio a ogni sogno di qualificazione in Europa. Il risultato si sblocca al 14’, quando Alioski frana addosso a Welbeck e l’arbitro assegna subito il rigore a favore ai Seagulls; dal dischetto Gross non sbaglia. A 11’ dalla fine ci pensa a chiudere i conti un ottimo diagonale sinistro all’angolino basso da parte di Welbeck, abilissimo a saltare con un gioco di gambe Struijk.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments