PREMIER LEAGUE

Manchester City-Watford, l'heatmap di Deulofeu è incredibile

La squadra di Sanchez Flores viene travolta 8-0 dal Manchester City, l'ex Milan diventa "lo scansafatiche"

  • A
  • A
  • A

Cinque gol nei primi 18 minuti (mai nessuno ci era riuscito) e il clamoroso 8-0 finale: Manchester City-Watford dell'ultimo weekend ha scritto la storia della Premier League e anche quella dei Citizens, che festeggiano anche i 53 assist in Premier di De Bruyne (superato Ozil) e le 100 reti segnate all’Etihad dal Kun Aguero, che diventa il primo nella storia ad aver timbrato in tutte le prime 6 giornate di Premier. E il Watford? Per fotografare la partita degli Hornets basta guardare la heatmap di Gerard Deulofeu, diffusa da Opta e subito diventata virale sui social.

L'attaccante 25enne spagnolo, in Italia con la maglia del Milan, sui media inglesi è diventato infatti “lo scansafatiche”, perché la sua incredibile heatmap ha messo in evidenza che la zona del rettangolo di gioco in cui ha toccato più volte il pallone è stato il cerchio di centrocampo. D'accordo che la partita non ha avuto storia e di certo i suoi compagni non hanno fatto granché meglio, ma 13 palloni toccati in 77 minuti sono davvero pochi, soprattutto se si considera che 8 sono calci d’inizio. E infatti le critiche e le prese in giro sono arrivate numerose sui social network e non solo.

Otto calci d'inizio, di cui quello che ha dato inizio alla gara e altri sette dopo i gol dei campioni d'Inghilterra, perché il nuovo tecnico del Watford, Sanchez Flores,  gli ha risparmiato almeno di riprendere il gioco per l’ultima volta sostituendolo al 77esimo. Chissà come mai...

Vedi anche Premier League: uragano ManCity sul Watford, il Leicester batte il Tottenham in rimonta Calcio estero Premier League: uragano ManCity sul Watford, il Leicester batte il Tottenham in rimonta

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments