Ligue 1, Marsiglia a valanga: Metz battuto 6-3 al Velodrome

La squadra di Garcia è spietata e si porta momentaneamente al secondo posto

  • A
  • A
  • A

È un fiume in piena il Marsiglia nell'anticipo della 24.a giornata di Ligue1. La squadra di Garcia strapazza il Metz al Velodrome e vola al secondo posto: Thauvin cala la tripletta (9', 44' 56'), vanno in rete anche Sanson (6'), Germain (50') e Mitroglu (75'). Inutili la doppietta di Mollet (73' e 84') e il gol di Niane (91') per il fanalino di coda del campionato. Il 6-3 lancia il Marsiglia, per il Metz è notte fonda.

Il Metz rallenta nella lunga rincorsa alla salvezza e resta all'ultimo posto in classifica. La squadra di Hantz al Velodrome si scioglie come neve al sole già dalle prime battute di gioco: i padroni di casa scendono in campo determinati nel non voler concedere sconti e riescono a ipotecare la vittoria con le due prime vere azioni della partita. Al 6' un errore in uscita palla al piede del Metz si trasforma in un regalo per la squadra di Garcia: Sanson chiede e ottiene il triangolo a Germain per poi scivolare al momento della conclusione, la difesa ospite però non riesce ad approfittarne e la conclusione sorprende tutti terminando al centro della porta.

L'avvio di gara è da incubo per il Metz: al 9' gli schemi sembrano già saltati e il Marsiglia può colpire in contropiede con Sanson che serve Thauvin, piatto in corsa dal cuore dell'area e partita già in ghiaccio. Non manca la reazione ospite, ma i tentativi di Mollet, Riviere, Mandjeck e Milicevic terminano o sul fondo o contro i guantoni di Mandanda. Thauvin può cercare il tris infrangendosi sulla difesa del Metz, poi lo trova quando il primo tempo è oramai alle battute conclusive: la difesa pasticcia ancora una volta e all'esterno non resta che spingere in rete il pallone a meno di un metro dalla linea di porta. Al 44' per il Metz è già notte fonda.

Il copione non cambia neanche a inizio ripresa, con Germain che al 49' sfrutta nel migliore dei modi un cross di Thauvin depositando in porta sull'uscita sbagliata di Kawashima. Il Metz non ha il tempo di rifiatare e crolla ancora pochi minuti dopo, quando Payet crossa indisturbato sulla fascia trovando sul secondo palo Thauvin libero di colpire per calare la tripletta personale e il pokerissimo per il Marsiglia. Il Velodrome è in festa. Il gol di Mollet al 74', un siluro che non lascia scampo a Mandanda, non smorza gli animi. È solo questione di tempo prima che il Marsiglia trovi anche la sesta rete con l'appoggio a porta vuota di Mitroglu che approfitta della difesa del Metz oramai assente al 75'. Nelle battute conclusive è ancora Mollet a centrare con un preciso tiro da fuori area la doppietta personale. Al 91' Niane trova il varco giusto per accorciare ulteriormente le distanze, ma la reazione nel finale non salva il Metz che cade con un sonoro 6-3 contro un Marsiglia scatenato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments