SPAGNA

Liga: Sergio Ramos e Carvajal stendono l'Alaves, Real Madrid a +3 sul Barcellona

I Blancos si impongono per 2-1 in trasferta e si confermano in cima alla classifica, vincono Real Sociedad e Valencia

  • A
  • A
  • A

Il Real Madrid vince per 2-1 sul campo dell'Alaves e si porta momentaneamente in testa alla classifica della Liga, a +3 sul Barcellona che sfiderà l'Atletico Madrid al Wanda Metropolitano. I gol arrivano nella ripresa: al colpo di testa di Sergio Ramos (52') risponde Lucas Perez su rigore al 65'. Decisivo diventa quindi il tap-in di Carvajal al 69'. Nelle altre gare vittorie importanti per Real Sociedad (4-1 all'Eibar) e Valencia (2-1 al Villarreal).

ALAVES-REAL MADRID 1-2
Missione compiuta, sebbene forse con un pizzico di fatica di troppo: il Real Madrid vince in terra basca e tenta la fuga nella Liga spagnola, con un vantaggio di tre punti sul Barcellona che domani rischia non poco nella delicata trasferta al Wanda Metropolitano contro l'Atletico Madrid. Con i Colchoneros che per una volta potrebbero tramutarsi nei più inattesi alleati per i cugini in camiseta blanca. Ma la vittoria delle Merengues non è certo scontata, e lo dimostra un Alaves che parte coraggiosamente e fa sognare l'impresa al pubblico dello stadio Mendizorrotza. E subito gli spalti si infuriano, quando dopo pochi minuti Aleix Vidal sfida Eder Militao in area e finisce a terra: l'arbitro ammonisce per simulazione il laterale biancazzurro, con il Var che conferma la sua decisione ma non placa gli animi. I Blancos passano però quasi immediatamente al contrattacco e trovano un palo al 10' (su iniziativa di Isco e correzione di Bale è la deviazione di Ximo Navarro a salvare di fatto i baschi). Ci prova poi Isco, che alza troppo la mira sull'iniziativa di Carvajal. Ximo Navarro per poco non beffa Areola su un pallone gestito male dalla difesa ospite, poi ancora Isco impegna Pacheco. Il portiere di casa respinge con prontezza anche sul bolide di Casemiro, ma nulla può in apertura di ripresa quando il Real Madrid si porta in vantaggio grazie a Sergio Ramos: il minuto è il 52' e su punizione di Kroos il capitano delle Merengues sorprende proprio Ximo Navarro e di testa va a segno. L'Alaves non si arrende e si riporta in attacco: il Var nega un altro rigore ai padroni di casa per un sospetto mani di Sergio Ramos in area, poi però lo stesso centrale del Real commette fallo su Joselu e stavolta il rigore c'è. Della battuta si incarica Lucas Perez che spiazza Areola, ma il pareggio, giunto al 65', dura solo una manciata di minuti. Già al 69' infatti è nuovo vantaggio Madrid: lunga azione manovrata a destra, sul cross piomba Isco che costringe Pacheco alla gran parata, il pallone rimbalza sul palo e Carvajal è lesto a ribadirlo in rete. Finale arrembante per l'Alaves: Laguardia e Lucas Perez vengono murati sul più bello, quando poi Manu Garcia riesce a concludere verso la porta Areola non si fa sorprendere. A tempo scaduto c'è anche l'occasione per il tris madrileno, ma Valverde non la sfrutta. Per questo Alaves sarebbe stata una punizione probabilmente fin troppo severa.

REAL SOCIEDAD-EIBAR 4-1
Riprende il cammino la Real Sociedad, che nelle ultime quattro partite aveva vinto solo contro il Granada. Apre le marcature Le Normand con un colpo di testa al 25', pareggia dieci minuti più tardi Diop su un'azione nata da una clamorosa ingenuità di Zubeldia, che perde il pallone al limite dell'area. Nella ripresa i padroni di casa mettono k.o. l'Eibar con tre quarti del loro arsenale offensivo: Oyarzabal (47') segna il 2-1 con un diagonale al volo, Willian José fa tris al 57', chiude i conti il magico sinistro di Ødegaard al minuto 80. I baschi superano l'Atletico Madrid e sono quarti, in attesa del big match dei Colchoneros contro il Barcellona.

VALENCIA-VILLARREAL 2-1
Occasioni da una parte e dall'altra, e portieri sugli scudi soprattutto nel primo tempo. Cillessen para un rigore a Gerard Moreno (14') ed è attento anche sul potente tiro di Trigueros. Dall'altra parte, viene annullato un gol a Rodrigo, mentre Asenjo è autore di una doppia parata su Soler e proprio sull'attaccante con il numero 19. Per i padroni di casa ci prova anche Ferran Torres, ma il canterano avrà più fortuna più tardi. Nell'intervallo viene fischiata una vecchia gloria come Gaizka Mendieta (reo di non aver partecipato al centenario dei “Pipistrelli”) e nella ripresa arrivano i gol: si comincia al 49', quando Rodrigo, su assist di Maxi Gomez, prende d'infilata la difesa del Villarreal e con il controllo spiazza Asenjo, segnando poi a porta vuota. Il Sottomarino Giallo pareggia cinque minuti più tardi: Anguissa anticipa Parejo e avanza fino all'altezza del dischetto, da dove batte Cillessen. La rete decisiva è di Ferran Torres, che si inserisce sul secondo palo dopo l'affondo di Wass: il Valencia raggiunge per una sera al sesto posto l'Athletic Bilbao.

MAIORCA-BETIS 1-2
Bastano 33 minuti agli andalusi per piegare le resistenze del Maiorca e passare su un campo non facile, in cui è caduto anche il Real Madrid. Il rigore di Joaquin (7') e il raddoppio di Fekir con un missile mancino dai 25 metri regalano il secondo successo consecutivo alla squadra di Rubi, che ora può respirare a 19 punti. Il Maiorca, a cui non basta il rigore di Lago Junior (55'), è quart'ultimo a +1 sulla zona retrocessione.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments