SPAGNA

Liga: rallenta il Siviglia, tripletta da record per Joaquin

Lopetegui non va oltre l'1-1 con l'Osasuna in 10. L'ex Fiorentina è il più vecchio di sempre a fare tris in una partita di campionato

  • A
  • A
  • A

Il Siviglia non va oltre l’1-1 contro l’Osasuna in 10 dal 61’ per il rosso ad Oier e rimane a tre punti da Real Madrid e Barcellona che hanno una partita in meno. In vantaggio con El Haddadi all’11’, la squadra di Lopetegui è ripresa da Chimy Avila a fine primo tempo. Il Betis batte 3-2 l’Athletic Bilbao grazie a Joaquin che diventa il più vecchio giocatore nella storia della Liga a realizzare una tripletta in una sola partita.

OSASUNA-SIVIGLIA 1-1
Barcellona e Real Madrid non sono tanto più avanti del Siviglia, ma entrambe hanno una gara in meno rispetto alla squadra di Lopetegui che si fa rallentare dall’Osasuna sull’1-1. Siviglia che pure gioca in superiorità dal 61’ quando i padroni di casa perdono Oier, espulso dal direttore di gara. Per gli ospiti però la situazione si mette bene all’11’, dopo aver rischiato sulla traversa di Avila, con El Haddadi che scappa alle spalle della difesa e infila con il sinistro. Hernandez si vede annullare un gol per fuorigioco, poi subito prima di tornare in spogliatoio l’Osasuna trova il pari al 47’ con Avila, pallone che passa al limite dell’area, controllo e destro forte sotto la traversa. Secondo tempo con tante emozioni: Garcia prende il palo per l’Osasuna, VAR che toglie un rigore al Siviglia che poi rimpiange il palo colpito nel finale da Dabbur.

BETIS-ATHLETIC BILBAO 3-2
Il Betis vince con la tripletta di Joaquin che a 38 anni, 4 mesi e 18 giorni diventa il più vecchio giocatore a segnare una tripletta in Liga: il record apparteneva a un certo Alfredo Di Stefano in Real Madrid-Murcia del 15 marzo 1964 con 37 anni, 9 mesi e 13 giorni. L’ex Fiorentina è scatenato in avvio di partita con le reti che arrivano nel giro di 18 minuti. Si parte al 2’ con il destro da dentro l’area, si continua all’11’ con la traiettoria sul secondo palo, per chiudere al 20’ con un tocco dolce in contropiede. Athletic che prova a dare segni della propria presenza con il rigore trasformato al 44’ da Iñaki Williams, la rimonta basca si ferma al 75’ sullo splendido sinistro da lontano di Berchiche. Tre punti che allontanano il Betis dalle posizioni più pericolose di classifica.

EIBAR-GETAFE 0-1
Dietro Real, Barcellona e Siviglia c’è il Getafe che passa contro l’Eibar in trasferta e si regala una classifica decisamente interessante. Padroni di casa insidiosi con Kike, ospiti a un passo dal vantaggio con la traversa di Miramontes in chiusura di primo tempo. VAR protagonista a inizio ripresa con una rete annullata per squadra, prima che al 67’ sia tutto buono sulla giocata di Angel, che salta il portiere e infila da posizione defilata. Nel finale altra rete annullata al Getafe dal VAR e il rosso in pieno recupero per Orellana.

VALLADOLID-REAL SOCIEDAD 0-0
In compagnia del Getafe c’è la Real Sociedad che però rallenta trovando un pareggio senza gol sul campo del Valladolid. Avvio di gara scoppiettante con le occasioni per Le Normand, Portu e Hervias, bisogna poi aspettare la ripresa per altre emozioni. Ci prova Merino, Valladolid pericoloso con Guardiola, nel finale ci prova Isak prima che Oyarzabal manchi una grande occasione.

LEGANES-CELTA VIGO 3-2
Vittoria essenziale per il Leganes in casa contro il Celta Vigo, in una sfida tra squadre in una situazione di classifica complicata. Padroni di casa che sembrano mettere al sicuro la seconda gioia del loro campionato con la doppietta di Oscar, fantastica punizione al 15’ e un altro destro meraviglioso al 39’, e il sinistro da lontano che prende il palo interno e si infila al 55’ di Rodrigues. Celta Vigo che cerca di strappare almeno un punto, ma si ferma solo al colpo di testa di Araujo al 64’ e all’assolo di Iago Aspas all’81’, con in mezzo il rosso a Fernandez al 71’ che lascia gli ospiti in 10 uomini.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments