Honduras: portiere ucciso dopo lite

Óscar Seín Munguía Zelaya del Club Deportivo y Social Vida freddato con diversi colpi di pistola

  • A
  • A
  • A

Lutto nel mondo del calcio honduregno. Óscar Seín Munguía Zelaya, 27enne portiere di riserva del Club Deportivo y Social, è stato ucciso a colpi di pistola dopo una lite nel bar di un hotel di La Ceiba per futili motivi. Secondo la ricostruzione della polizia, un cliente piuttosto alterato avrebbe lasciato il locale per poi farvi ritorno con una pistola in mano con la quale avrebbe sparato alla schiena allo sfortunato calciatore.

Il 27enne, professionista dal 2010 ed incensurato, è morto sul colpo davanti a decide di testimoni. L'assassino è poi scappato ed è ancora in fuga, anche se le autorità sono fiduciose di acciuffarlo visto che è stato individuato grazie alle immagini a circuito chiuso dell'hotel. "Il mio bambino era un figlio speciale" le parole della madre dello sfortunato giocatore rilasciate a TeleProgreso Honduras.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments