Hansa Rostock, follia dei tifosi

Sugli spalti, due giorni prima dell'11 settembre, spunta uno stendardo raffigurante il responsabile degli attacchi terroristici agli Stati Uniti

  • A
  • A
  • A

Un episodio vergognoso si è verificato venerdì sera in Germania nel corso di Aalen-Hansa Rostock, match della terza serie tedesca terminato 1-1. Durante la partita, i tifosi ospiti hanno alzato uno stendardo raffigurante Osama Bin Laden, responsabile degli attacchi terroristici che l'11 settembre 2001 colpirono gli Stati Uniti. L'a.d. dell'Hansa Rostock, Robert Marien, ha condannato il gesto: "Azione di poco gusto e molto stupida".

Non è la prima volta che i tifosi dell'Hansa Rostock si rendono protagonisti di fatti del genere. Molti di loro, infatti, sono da sempre antiamericani: un odio che ha origini lontane, ovvero da quando Rostock fu distrutta dai bombardamenti inglesi e americani nel corso della Seconda guerra mondiale.

Nel 2011, durante i festeggiamenti per la promozione in Seconda Divisione, sugli spalti sbucò l'immagine di Bin Laden, unita allo striscione "Bin aufgestiegen" ("Sono stato promosso"). Un triste gioco di parole, visto che "bin" in tedesco significa "sono". Ora i tifosi responsabili rischiano una diffida, che impedirebbe loro di entrare in uno stadio.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments