Eranio, gaffe razzista: "I neri, quando devono pensare, sbagliano spesso". Licenziato

La tv svizzera non perdona l'uscita dell'ex Genoa e Milan che replica: "Sono stato frainteso"

  • A
  • A
  • A

Stefano Eranio nella bufera. L'ex Genoa e Milan, oggi commentatore televisivo, è stato licenziato dalla tv svizzera RSI per "non aver rispettato la deontologia". Eranio, in diretta, ha commentato così un errore di Rudiger in Bayer Leverkusen-Roma: "I difensori di colore sono forti fisicamente ma quando c'è da pensare, spesso fanno errori così". Poi è arrivata la replica dello stesso Eranio: "Sono stato frainteso".

"I giocatori di colore, quando sono sulla linea difensiva, spesso certi errori li fanno perché non sono concentrati - questo il pensiero espresso da Eranio -. Sono potenti fisicamente però, quando c'è da pensare, spesso e volentieri fanno questi errori". Il servizio pubblico svizzero, in una nota, ha sottolineato che la decisione è stata presa anche considerando un precedente dello stesso tenore (in quel caso Eranio commentava City-Juventus del 15 settembre).

Eranio ha poi fornito la sua versione: "Sono avvilito, non sono mai stato razzista - ha detto al Secolo XIX -. Non era mia intenzione offendere nessuno ma se l'ho fatto è giusto che paghi. Volevo solo dire che la scuola calcistica africana di solito cura poco la tattica ma ci sono state pure eccezioni come Thuram e Desailly. Non ricordo invece di aver detto nulla del genere nella partita della Juventus".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments