TEMPO REALE

Tutto Inter live, gioia Guarin: "Un gol per la storia"

Il colombiano: "Stiamo dimostrando tutto il nostro valore"

  • A
  • A
  • A

Fredy Guarin, decisivo nel derby contro il Milan, esulta al termine del match ai microfoni di Premium Sport: “Un gol come questo rimarrà nella storia. Stiamo dimostrando che abbiamo valore, ma dobbiamo continuare a pensare partita dopo partita. La dedica è per miei figli, li amo”.

Anche Massimo Moratti fa festa per il successo nel derby. L'ex presidente, intervistato da Telelombardia, ha spiegato: "E' stata una vittoria bellissima, la squadra gioca bene per come può essere con le difficoltà di far giocare insieme tutti i nuovi che sono comunque tutti buoni. Anche Telles alla fine ha fatto la sua parte molto bene. Quindi una bella soddisfazione. Melo? Molto bene". Moratti ha detto ancora: "La squadra è prima se non mi sbaglio: io credo che con pazienza e attenzione si possa arrivare a quelli che erano gli obiettivi, cioè entrare in Champions League. Sai poi col campionato italiano si può arrivare a qualcosa di più importante. Inutile stare a pronunciare o no la parola scudetto, ma ci si può pensare. Se mi aspettavo di vincere oggi? Sì, me l'aspettavo. Oggi mi sembrava che i ragazzi avessero una carica speciale".

Debuttano stasera le nuove panchine a San Siro: ecco la foto in anteprima.

Mancini lo ha convocato lo stesso per valutarlo fino all'ultimo minuto, ma difficilmente Joao Miranda potrà scendere in campo. Così, in difesa al fianco di Murillo, ci sarà Medel. Bocciatura totale per Ranocchia visto che l'allenatore nerazzurro ha preferito arretrare il cileno. Debutti per Felipe Melo e Perisic. Nessun dubbio per il Mancio con in attacco la coppia inedita Icardi-Jovetic.

Tutto esaurito per il derby, a San Siro con il record di incasso: oltre 3,5 milioni. Il Derby sarà trasmesso in 131 paesi, con 49 tv broadcaster collegate. Saranno 475 gli operatori accreditati, con 225 giornalisti presenti in tribuna stampa e 62 testate straniere che assisteranno all'evento.

Domenica 13 settembre 2015, alle ore 13.00 su Italia 1, andrà in onda “Sport Mediaset XXL”, il consueto appuntamento sportivo domenicale condotto da Mino Taveri. In questa puntata un'intervista esclusiva a Ivan Perisic. Quando gli viene chiesto un commento sul derby contro il Milan in programma domenica sera, il nuovo acquisto nerazzurro dichiara: “Sono a Milano da pochi giorni ma già sento la città in fibrillazione per questa partita, tutti parlano del derby. Io posso solo promettere che darò il meglio per vincere, per mettere in difficoltà il Milan. Un pronostico? Non mi piace farli, ma se me lo chiedete rispondo 4 a 2 per noi”.

Inoltre, a proposito della sua collocazione in campo, Perisic dichiara: “Mi piace giocare in fascia, ma in generale posso fare tutti i ruoli a centrocampo e all'occorrenza anche l'attaccante. Ma l'importante sono i 3 punti, non dove gioco o chi segna”. Infine, sul suo arrivo in nerazzurro, il centrocampista dell'Inter dichiara: “Il Wolfsburg ha fatto di tutto per tenermi, ma io avevo come unico desiderio quello di venire qui all'Inter”.

Intervistato da La Stampa, Felipe Melo ha parlato del suo arrivo all'Inter nell'ultimo giorno di mercato: "Mancini ha sfinito la dirigenza per avermi? Qualcosa mi hanno raccontato. Sapevo che sarebbe finita così: sono credente e penso che Dio orienti il nostro destino. Volevo l'Inter, Dio mi ha aiutato", ha spiegato il centrocampista brasiliano, che in Italia ha già giocato con Fiorentina e Juventus. "Mancini ai tempi del Galatasaray mi disse che se fosse andato via dalla Turchia, mi avrebbe portato con lui. E così è stato. In Turchia avevo una pensione dorata, ma volevo altro". E sulla Juventus, ha aggiunto: "Il mio flop alla Juve? Davano sempre la colpa a me e invece. Il campionato? Abbiamo colmato il gap con i bianconeri e puntiamo allo scudetto. Qui c'è una gran fame di vittoria".

Stevan Jovetic, intervistato dal Corriere della Sera, ha parlato dei propri obiettivi futuri con l'Inter e con la Nazionale: "Ho due sogni. Portare il Montenegro all'Europeo o al Mondiale. Quando pareggiammo con l'Inghilterra la gente entrò in campo per prendersi le zolle. Capite cosa vorrebbe dire per la mia gente? L'altro è vincere lo scudetto e la Champions League. Per ora, forse, è più facile questo con l'Inter".

"Sarà una notte importante, daremo tutto". Ivan Perisic dialoga con i tifosi dall'account Facebook dell'Inter e risponde a un po' di curiosità: "La serie A è diversa dalla Bundesliga ma non avrò problemi. Scudetto? Pensiamo partita per partita". Su compagni ed ex-compagni: "Mi dicono tutti che Icardi sia fortissimo mentre sono onorato di aver conosciuto una leggenda come Zanetti. Kovacic? Siamo amici, mi ha parlato bene dell'ambiente nerazzurro". Sulla posizione in campo: "Meglio a centrocampo e in attacco ma in carriera ho fatto di tutto, persino il difensore".

E' un Marco Materazzi a 360° quello che si confida in esclusiva per FcInterNews. Sul derby: "Inter favorita? E' la capolista ed è corretto pensare che parta con i favori dalla propria parte. Anche se preferirei dire che la favorita sia il Milan perché di solito la sfavorita poi vince. A livello qualitativo, però, i nerazzurri sono superiori". Sulla situazione di Ranocchia, da capitano a riserva: "Sicuramente avrebbe dovuto pretendere maggior chiarezza. Ritrovarsi da capitano a seconda scelta credo sia una cosa un po' deludente. Ora dovrà essere bravo a reagire alle critiche e a risalire la corrente, dopo alcune prestazioni non esaltanti. Secondo me la scelta dell'addio sarebbe stata la migliore, ma non negli ultimissimi giorni di mercato, bensì all'inizio. Le squadre si fanno già ad aprile o maggio. Il mio consiglio glielo avevo dato a suo tempo". Sulla nuova coppia di centrali, Miranda-Murillo: "Sono due giocatori molto tosti che hanno ben in mente quello che vogliono, ora si stanno conoscendo e integrando. Credo, però, sia indubbio che se fosse stato concesso il rigore al Carpi, con Ranocchia al posto di Murillo, sarebbe successo un disastro. Fortunatamente l'arbitro non lo ha concesso, ma bisogna limitare certi interventi".

Cresce la tensione per il derby e anche il difensore nerazzurro Jeison Murillo suona la carica, affidando le sue sensazioni al proprio profilo Instagram. Il suo ultimo post infatti recita: "Lavora duro in silenzio e lascia che il tuo successo faccia tutto il rumore".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti