Toro, parla Cairo: "Anch'io deluso, ma Mazzarri  e Belotti restano"

Sul Gallo: "Starà qui a meno che un club straniero non si presenti con 100 milioni di euro"

  • A
  • A
  • A

"Abbiamo sempre creduto di ritrovare una dimensione europea e di mantenerla nel tempo. Quest'anno la delusione è tanta e per questo capisco anche i tifosi. Speravamo tutti in un'annata migliore, ma ricordiamoci da dove siamo partiti". Così Urbano Cairo, presidente del Torino, nel corso di una lunga intervista a Tuttosport. Sul futuro: "Mazzarri resta. Come Belotti, a meno che un club straniero non si presenti con 100 milioni per pagare la clausola".

"La squadra deve cambiare assolutamente e Mazzarri avrà un intero campionato a disposizione per fare bene il suo lavoro", ha aggiunto il patron granata. "Dovevamo fare di più in questi anni, ma siamo il Torino e sappiamo dove vogliamo arrivare. Nessuno dovrebbe sottovalutare le mie ambizioni per costruire un grande club ci vuole tempo", ha sottolineato.

I tifosi, adesso, vogliono sapere quale sarà il futuro del club. Le ambizioni aumenteranno? Molto dipenderà dal mercato. E da Belotti. "Il Gallo è stato molto sfortunato quest'anno e io lo difendo anche perché gli infortuni che ha avuto ne hanno condizionato il rendimento. Bisogna capire, aspettare e incoraggiare Belotti. Resterà, a meno che un club straniero non si presenti con 100 milioni di euro e se non succedesse resta il nostro capitano. Non ho mai pensato di venderlo e non l'ho fatto, lui vuole rimanere al Torino e vuole dimostrare a tutti quanto vale dopo un'annata cosi'", ha concluso.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments