Serie A, amichevoli: la Lazio applaude Lazzari e Correa, la Sampdoria Verre, stecca il Verona

I biancocelesti vincono 12-0 contro la Top 11 Cadore, con il debutto del laterale. Bene la Spal (3-1 in rimonta sul Gorica), vincono anche Parma, Cagliari e Brescia

  • A
  • A
  • A

Buona amichevole per la Lazio, che a Riscone batte per 12-0 la Top 11 Cadore: subito bene Lazzari, doppietta di Immobile e ben quattro gol di Correa. Una Fiorentina di ragazzi fa 0-0 con il Bari, ottime impressioni invece dalla Sampdoria: 15-0 contro il Sellero Novelle (tre gol di Verre). La Spal batte 3-1 in rimonta il Gorica. Vincono Parma, Cagliari e Brescia, stecca il Verona: 1-1 con la Top 22 Dilettanti.

LAZIO-TOP 11 CADORE 12-0

Grande curiosità e risposte positive per la Lazio di Simone Inzaghi, che a Riscone affronta e batte per 12-0 una squadra locale. Titolare nel 3-5-2 del tecnico biancoceleste c'è l'attesissimo Lazzari, tra i migliori in campo. In campo dal primo minuto anche Milinkovic-Savic, nonostante le sirene di mercato che lo riguardano. A sbloccare il punteggio è Cataldi al 16', su assist di Immobile. Al 24' viene annullato un gol a Caicedo, ma un minuto dopo è Immobile a raddoppiare: l'assist è proprio di Lazzari. Al 27' Caicedo triplica di testa, mentre il poker arriva al 31' ed è opera di Immobile, sempre su iniziativa dalla fascia di Lazzari. Nella ripresa Inzaghi li cambia quasi tutti e Correa lo premia con una doppietta in due minuti. Al 60' e al 64' ci sono anche due rigori: il primo è trasformato da Jony, il secondo da Correa, che dopo qualche minuto chiude anche la quaterna su azione. Nel finale le ultime due reti, firmate da Anderson. E questa Lazio certamente non poteva partire con un piede migliore di così.

FIORENTINA-BARI 0-0 La Fiorentina è impegnata in Asia per la International Champions Cup (nella notte ha avuto la meglio sui messicani del Chivas di Guadalajara) e inevitabilmente a Moena scende in campo una formazione ampiamente rimaneggiata, con molti giovanissimi e nomi ancora sconosciuti alla tifoseria viola. La conseguenza è una partita molto chiusa, in cui è il giovane attaccante esterno Meli a mettersi in evidenza. Poi cresce il Bari, che colpisce un palo in mischia (l'ultima deviazione è del difensore gigliato Baroni). Viola pericolosi prima dell'intervallo con Marozzi, esterno di centrocampo e forse migliore viola visto in campo a Moena. Nella ripresa è bravo il portiere Ghidotti a impedire a Illanes di portare in vantaggio il Bari, quindi sono Bangu e Gori a costruire una bella occasione non sfruttata dalla Fiorentina. Meglio i pugliesi nel finale: Simeri colpisce la traversa, poi Spalluto va al tiro ma trova solo l'esterno della rete.

BRESCIA-RAPPRESENTATIVA CAMUNA 4-1 Niente Sandro Tonali in campo per il Brescia, che al Comunale di Darfo Boario Terme incontra una selezione di giocatori locali, a circa 60 km di distanza dal capoluogo. Eugenio Corini lancia il tandem offensivo Donnarumma-Ayé, e proprio quest'ultimo propizia il primo gol per le Rondinelle, intervenendo di testa al 4' su un calcio d'angolo: sulla respinta del portiere si avventa quindi Dessena che insacca in tap-in. Qualche grattacapo nel prosieguo del primo tempo: prima si ferma Ndoj, a causa di una distorsione alla caviglia, quindi arriva il gol dell'1-1, segnato al 26' da Sorteni. Solo un minuto dopo è Tremolada a riportare il Brescia in vantaggio, sfruttando un assist dell'attivissimo Ayé. Al 33' segna anche Donnarumma, servito da Tremolada, quindi al 42' Ayé cala il poker.

CAGLIARI-REAL VICENZA 5-0 Il Cagliari del dopo Nicolò Barella riparte da Pejo, in Val di Sole, e lo fa con una bella vittoria all'insegna dei giocatori che avevano concluso senza particolari grattacapi la passata stagione agli ordini di Rolando Maran (fatta eccezione, ovviamente, per il neo-interista). Nell'attesa di vedere in rossoblù qualche volto nuovo, quindi, sono i veterani le certezze di Maran: al 9' Joao Pedro centra la traversa su punizione, quindi al quarto d'ora va a segno dal dischetto trasformando un rigore. Il raddoppio arriva al 16' ed è opera di Despodov, che si ripete al 35' sfruttando l'assist dalla sinistra di Pajac. Tanti cambi dopo l'intervallo, gli isolani faticano nelle prime fasi della ripresa (dove Pavoletti sbaglia anche molto). Per vedere gli ultimi due gol bisogna quindi aspettare gli ultimi minuti: al 40' va in gol Ragatzu, al 44' proprio Pavoletti, che si riscatta dopo diverse occasioni non sfruttate.

PARMA-RAPPRESENTATIVA VAL VENOSTA 6-0 Prato allo Stelvio ospita la seconda amichevole di un Parma che è partito con il piede giusto, vincendo per 14-1 nella primissima uscita stagionale, e che ora cerca conferme. E mister Roberto D'Aversa le trova, grazie soprattutto a Yves Baraye, autore delle prime due reti ducali. Nel primo tempo va a segno anche Juraj Kucka, con il Parma che va al riposo in vantaggio di tre reti. Tra i titolari in maglia crociata anche i neoacquisti Hernani e Karamoh, con quest'ultimo posizionato nel tridente con Sprocati e Baraye. Girandola di cambi nell'intervallo, ma arriva esattamente lo stesso numero di gol del primo tempo: al 10' va infatti in rete Scozzarella con un colpo da biliardo, al 26' c'è gloria anche per Machin. Ultimo gol del match da parte del veterano Gianni Munari

SAMPDORIA-SELLERO NOVELLE 15-0 Parte con il piede giusto l'avventura della Sampdoria di Eusebio Di Francesco, che allo Stadio Comunale di Temu vince con ampio margine di scarto sul Sellero Novelle. Il nuovo allenatore vara il suo patentato 4-3-3 e nel tridente sceglie Gabbiadini e Caprari ai lati di Verre. I tre attaccanti premiano la sua fiducia e sono i grandi protagonisti del primo tempo, con Gabbiadini che segna subito i primi due gol del match (5' e 8'), poi ne arrivano tre di Verre (24', 29' e 39'). In mezzo si registra la marcatura di Caprari al 30' e quella del volto nuovo Murillo: l'ex difensore dell'Inter si sblocca al 38'. Gol giovani nella ripresa: dopo quello di Maroni (53'), ne segnano tre Bonazzoli (55', 71', 84') e due Thorsby nel finale (88', 90'). C'è anche gloria per Sala, anche lui autore di una doppietta (81', 82').

SPAL-GORICA 3-1 Bella vittoria per la Spal, che a Tarvisio batte in rimonta il Gorica. Nel primo tempo gioca meglio la Spal, ma il portiere sloveno è fenomenale su Moncini. Nel corso della ripresa è invece Marinic a portare in vantaggio il Gorica battendo Thiam (Berisha non è ancora disponibile) al 52'. Il gol subito risveglia la Spal, che al 62' pareggia grazie a Paloschi, servito da Kurtic. La rete del sorpasso è opera di Dickmann al 70'. Paloschi chiude quindi i conti al 78' chiudendo la personale doppietta.

VERONA-TOP 22 DILETTANTI 1-1 Brutte notizie per l'Hellas di Ivan Juric, che a Mezzano di Primiero non va oltre l'1-1 contro una formazione che mette in evidenza le attuali difficoltà degli scaligeri, che pure avevano vinto bene con il Primiero nella prima amichevole stagionale. Molta qualità in mezzo, con Miguel Veloso, Bessa e Zaccagni alle spalle di Samuel Di Carmine, ma solo nei primi minuti il Verona desta buone impressioni: il primo a provarci è Bessa, quindi al 10' è Faraoni a proporsi sulla destra e mettere al centro il pallone giusto per il gol di Di Carmine. Poi la partita si spegne, con il Verona che ovviamente controlla le operazioni ma non chiude la partita. I tanti cambi della ripresa fanno poi perdere gli equilibri ai gialloblù, che devono addirittura subire l'onta dell'1-1, che arriva su un tiro-cross di Righetti su cui Radunovic sbaglia tutto.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments