Serie A: il Bologna vince il derby

Con un gol per tempo (Poli e autorete Salamon) i rossoblù vincono la sfida che in A mancava da 50 anni e salgono a quota 14 punti. Per gli estensi un punto in 6 gare

di
  • A
  • A
  • A

Il Bologna vince il derby con la Spal, il primo in Serie A dopo 50 anni, e vola in classifica a 14 punti. Al Dall'Ara finisce 2-1 per i felsinei. L'equilibrio è spezzato da Poli alla mezzora (assist di testa di Palacio). Il gol che chiude la gara al 50': dopo una progressione da applausi di Donsah, Salamon spedisce nella sua porta il cross del ghanese. All'88' accorcia Antenucci. Estensi in crisi nera: un punto nelle ultime sei gare.

Il Bologna conquista la prima vittoria al Dall'Ara, la terza consecutiva, e sale a 14 punti a una sola lunghezza dalla Roma (che una gara in meno). La banda di Donadoni riesce a sfatare il tabù casalingo nel giorno più sentito dai suoi tifosi, il derby contro gli 'odiati' romagnoli della Spal che non si vedeva in A da quasi 50 anni. La brutta squadra della passata stagione, che prendeva schiaffi un po' da tutti, ha lasciato spazio a un'orchestra precisa e senza fronzoli che ha nel tridente Verdi-Palacio-Di Francesco i suoi tenori. In particolare l'azzurro e il Trenza sono due uomini che per qualità fanno davvero la differenza. Poi se a centrocampo puo contare sulla corsa e i polmoni di Donsah e Poli, ecco che anche i difensori ringraziano e tutto è davvero più semplice. Vittoria davvero meritata quella del Bologna, perché la Spal ha giocato alla pari solo mezzora e poi è sparita dal campo fino agli ultimi 5'. Troppo poco per sperare di portare a casa un risultato positivo. L'ennesimo scivolone fa male alla classifica, l'attacco senza Borriello è davvero leggero e dietro si balla parecchio quando ti trovi di fronte uomini rapidi e veloci come il tridente rossoblù. C'è tutto il tempo per recuperare, ma Semplici deve dare al più presto la svolta per centrare l'obiettivo stagionale che si chiama salvezza.

Bologna e Spal si ritrovano una di fronte all'altra in Serie A dopo quasi 50 anni: per risalire all'ultimo confronto, bisogna tornare con la memoria alla remota stagione 1967-1968, quando finì 3-2 per gli ospiti, bravi a rimontare per ben due volte gli avversari fino al gol decisivo di Giovanni Brenna allo scadere. Un derby che ha radici lontane e sentitissimo dalle due tifoserie. Il Bologna ci arriva in grande salute, grazie alle due vittorie esterne di fila contro Sassuolo e Genoa. ma è ancora alla ricerca del primo successo tra le mura amiche. Un solo punto (all'Olimpico contro la Lazio), invece, il bilancio lontano da Ferrara della Spal, ancora senza vittorie e senza gol segnati.

L'inizio gara dei ragazzi di Semplici si fa preferire, con una squadra corta brava a pressare sui portatori di palla rossoblù e intraprendente sulle fasce, soprattutto a sinistra con Costa. Dopo una chance sprecata da Donsah (4'), gli ospiti vanno vicini al gol prima con Paloschi (tiro debole da dentro l'area), ma soprattutto con Salamon, il cui colpo di testa si spegne a lato di un soffio con Mirante battuto. Con il passare dei minuti, però, la maggiore qualità dei padroni di casa viene fuori grazie alle fiammate di Verdi, Palacio e Di Francesco. E alla mezzora il derby si sblocca: sventagliata di Verdi per Di Francesco, che la mette sul secondo palo, dove Palacio fa torre di testa per Poli che anticipa Salamon e batte Gomis. Il Bologna è micidiale nelle ripartenze e per poco Palacio non trova il bis al 35': Verdi lancia in profondità Di Francesco che dal fondo mette in area dove Palacio non trova l'impatto vincente. Il Trenza conferma il suo momento positivo, con un'azione da applausi sul finire della frazione: l'argentino parte dalla propria metà campo, ubriaca in slalom i difensori ospiti ma si allunga un pelo il pallone e Gomis salva in uscita. Il tempo si chiude con il Var per un presunto fallo di mano di Di Francesco: Guida non concede il rigore e non ritorna sui suoi passi.

A inizio ripresa il doppio episodio che indirizza la gara. A Paloschi viene annullato un gol per (giusto) fuorigioco e dopo pochi secondi Donsah mette il turbo, parte dalla sua trequarti, dialoga con Verdi e sul suo cross velenoso Salamon in spaccata infila l'incolpevole Gomis. Siamo al 5' e il derby è in cassaforte, anche perché la Spal sparisce dal campo e i padroni di casa vanno vicini al tris con un sinistro a giro di Verdi a lato di poco. Sugli spalti i tifosi ospiti sono davvero encomiabili e non smettomo mai di sostenere la squadra di Semplici che dà segnali di risveglio solo nel finale. Bello il destro a giro di Antenucci, che ritrova il gol nella massima serie dopo 7 anni. Troppo tardi, però. Il Bologna fa sogni d'alta quota, gli estensi si vedono risucchiati nei bassifondi dopo un avvio di stagione incoraggiante.

Antenucci 6 - Strappa la sufficienza per il gol nel finale: non segnava in Serie A da sette anni.
Paloschi 5 - Una mozzarella nel primo tempo e un gol annullato per fuorigioco. Davvero pochino.
Salamon 4,5 - Si fa anticipare da Poli sull'1-0 e poi fa l'autogol che spegne i suoi. Pomeriggio nerissimo.

Verdi 7 - Disegna calcia e tutte le azioni migliori partono dai suoi piedi delicati.
Palacio 7 - La carta d'identità dice 35 anni, ma in campo è un ventenne. Un assist e un clamoroso palo nel finale. Il Dall'Ara gli dedica la standing ovation.
Poli 7 - Segna col contagocce quello di oggi è forse il suo gol più importante. Anche tanta corsa a centrocampo.

BOLOGNA-SPAL 2-1
Bologna (4-3-3): Mirante 6, Mbaye 6 (28' st Torosidis 6), Gonzalez 6, Helander 6, Masina 5,5 (13' st De Maio 6); Donsah 7, Pulgar 6,5, Poli 7 (12' st Taider 6); Verdi 7, Palacio 7, Di Francesco 6,5. A disp.: Da Costa, Ravaglia, Krafth, Nagy, Crisetig, Petkovic, Krejci, Destro, Okwonkwo. All.: Donadoni 7
Spal (3-5-2): Gomis 6, Salamon 4,5, Vicari 5 (25' st Mattiello 6), Felipe 5; Lazzari 5, Mora 5,5 (11' st Rizzo 5,5), Viviani 5,5, Schiattarella 5,5, Costa 6; Antenucci 6, Paloschi 5 (11' st Borriello 5,5). A disp.: Marchegiani, Poluzzi, Oikonomou, Vaisanen, Cremonesi, Konate, Vitale, Schiavon, Bonazzoli. All.: Semplici 5,5
Arbitro: Guida
Marcatori: 30' Poli (B), 5' st aut. Salamon (B), 43' st Antenucci (S)
Ammoniti: Masina (B), Pulgar (B), Borriello (S), Costa (S)

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments