Il Napoli è super: 7-1 al Bologna

Anche Insigne in gol. Destro sbaglia un rigore, espulsi Callejon e Masina

di
  • A
  • A
  • A

Gol e spettacolo targati Napoli di Sarri nel primo anticipo della ventitreesima giornata di Serie A. Gli azzurri hanno dominato la sfida in casa del Bologna, strappando tre punti con un perentorio 1-7. Hamsik, autore di una tripletta, e Insigne indirizzano il match nei primi sei minuti, Destro sbaglia un rigore prima della tripletta di Mertens. Di Torosidis il gol rossoblù. Espulsi, entrambi nel primo tempo, Callejon e Masina. 

Quarantacinque minuti da manuale del calcio. Il Napoli ha dato spettacolo al Dall'Ara sbarazzandosi del Bologna in poco più di cinque minuti e disegnando calcio per larghi tratti, stellare per intensità, tecnica e velocità. Il 7-1 in trasferta dice tutto, conferma l'ottimo momento di Hamsik e Mertens, autori di una tripletta ciascuno e le qualità di Zielinski e Insigne, decisivi per assist e movimenti. Un risultato senza appello per il Bologna, punito da una fase difensiva completamente sbagliata che ha indirizzato la sfida con troppa rapidità. L'errore di Destro dal dischetto e l'espulsione di Masina (dopo quella di Callejon) hanno fatto il resto.
Un calcio spettacolare come quello messo in scena dal Napoli di Sarri è un qualcosa che sui campi di Serie A mancava da tempo e raramente si è visto. Giocate di prima, esterni alti, tagli e assist perfetti al millimetro, quasi come le conclusioni di Hamsik. Il tutto sovraritmo, così come dettato da mister Sarri, con una sinfonia che quando riesce come a Bologna è veramente uno spettacolo quasi unico. La sfida del Dall'Ara è durata poco più di cinque minuti, giusto il tempo di bucare due volte la porta di Mirante con due marchi di fabbrica: l'inserimento di Hamsik sul secondo palo, con un preciso colpo di testa in tuffo al 4'; e con un contropiede perfetto due minuti più tardi, lanciato da Reina, portato avanti da Zielinski e concluso da Insigne. Tre tocchi per coprire cento metri partendo da un corner contro. Tre tocchi per trovare il gol.

Un doppio colpo che fa barcollare un Bologna già poco stabile, che però si riorganizza e reagisce, ma si fa male da solo quando al 26' Destro si procura - fallo di mano netto di Callejon - e sbaglia il calcio di rigore che avrebbe riaperto il match. Cinque minuti in cui succede di tutto perché dopo la parata di Reina, Callejon sfiora il tris immediato raccogliendo pochi metri più indietro un cartellino rosso diretto per un fallaccio su Nagy. Lo spagnolo sarà costretto a saltare un match dopo centotredici (113) partite consecutive. L'inferiorità numerica però dura pochissimo, con Masina che stende Mertens davanti al portiere guadagnando la via degli spogliatoi. Sulla punizione dal limite seguente proprio il belga infila Mirante. Ma non è finita, prima dell'intervallo Torosidis trova un gol di tap-in al quale risponde ancora Mertens dribblando anche il portiere.

I quarantacinque minuti della ripresa sono una formalità, praticamente una passerella per il Napoli che arretrando il baricentro e stringendo le maglie della difesa con lodevole applicazione, gioca la sua partita perfetta attirando il Bologna nella trappola. L'ingresso di Verdi non dà la scossa ai rossoblù e dopo un paio di errori in ripartenza dei ragazzi di Sarri, nel finale si scatena capitan Hamsik che prima si divora un gol davanti a Mirante, poi trova due gol in quattro minuti (fanno 109 in totale) per la tripletta. Il tutto orchestrato da Mertens, strepitoso nell'assist per il momentaneo 1-5 con un destro-sinistro sul difensore e ultimo passaggio no-look per il compagno. Lo stesso belga, infine, a pochi secondi dal triplice fischio trova il settimo gol per il Napoli, il sedicesimo in campionato, per la sconfitta interna più umiliante del Bologna e una prima storica in trasferta per numero di gol degli azzurri. Il Real Madrid è avvisato: vietato scherzare.

Mertens 9 - Alla faccia del "falso" nove. Tripletta da bomber consumato e un assist da fuoriclasse ad Hamsik. Una furia su tutti i palloni fino al fischio finale

Mirante 4,5 - Serata storta come per tutti i compagni, ci mette del suo sulla punizione di Mertens e in un paio di interventi insicuri. Esce infortunato

Hamsik 8,5 - Il tuffo di testa per il vantaggio è un gol pazzesco per difficoltà e tecnica. Nella ripresa sfodera i suoi destri migliori per il tris

Destro 4 - Tira un rigore disastroso, poi vaga per il campo senza una meta. Esce tra i fischi, ancora una volta.

Zielinski 7,5 - In mezzo al campo è un geometra perfetto. Disegna traiettorie ed assist che rendono tutto molto più semplice ai compagni

Krejci 5,5 - Il meno peggio dei suoi, sia da ala che da terzino una volta rimasti in dieci

BOLOGNA-NAPOLI 1-7
Bologna (4-3-3):
Mirante 4,5 (35' st Da Costa 5,5); Torosidis 5, Oikonomou 4, Maietta 5, Masina 5; Dzemaili 5, Nagy 4,5, Pulgar 5,5; Rizzo 5 (1' st Verdi 5), Destro 4 (22' st Petkovic 5), Krejci 5,5. Panchina: Sarr, Gastaldello, Ferrari, Mbaye, Helander, Taider, Donsah, Sadiq, Valencia. All.: Donadoni 4
Napoli (4-3-3): Reina 6,5; Hysaj 6, Albiol 6, Maksimovic 6, Ghoulam 6,5; Zielinski 7,5 (28' st Giaccherini 6), Diawara 6,5 (17' st Allan 6), Hamsik 8,5; Callejon 5, Mertens 9, Insigne 7 (35' st Rog sv). Panchina: Sepe, Rafael, Chiriches, Koulibaly, Maggio, Jorginho, Pavoletti, Milik. All.: Sarri 8
Arbitro: Massa
Marcatori: 4' Hamsik (N), 6' Insigne (N), 33' Mertens (N), 36' Torosidis (B), 43' Mertens (N), 25' st Hamsik (N), 29' st Hamsik (N), 45' st Mertens (N)
Ammoniti: Pulgar, Maietta (B); Diawara (N)
Espulsi: 27' Callejon (N) per fallo di reazione; 32' Masina (B) per aver interrotto una chiara occasione da gol
Note: 26' Reina (N) para un rigore a Destro (B)

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments