L'INTERVISTA

Bologna, Mihajlovic: "Mi dispiace per Ibra, qui si sarebbe divertito di più..."

Il tecnico del Bologna a Sportweek parla anche della malattia: "Ho scoperto una parte di me che non conoscevo: vivo tutto più intensamente"

  • A
  • A
  • A

Sinisa Mihajlovic dice la sua sull'affare più chiacchierato del mercato invernale. Il tecnico del Bologna, intervistato da Andrea Di Caro per Sportweek, ha parlato della malattia, dell'andamento della sua squadra, ma anche dell'approdo di Ibrahimovic al Milan, dopo che per qualche tempo il nome dello svedese era stato accostato ai rossoblù: "Se mi dispiace che non si arrivato? Sì, perché penso che qui si sarebbe divertito di più".

Mihajlovic dice di sentirsi ogni giorno più forte e spiega che la malattia lo ha aiutato a scoprire un lato di sé che non conosceva. Ora vive tutto più intensamente. "Ho imparato a contare fino a 6 o 7, prima di arrabbiarmi - ha scherzato - So che posso anche arrivare a 8... A 10 non chiedetemelo, non è roba per un uomo come me".

Sul suo Bologna ha le idee chiare: l'obiettivo è migliorare il decimo posto della passata stagione. Ritiene l'Atalanta un esempio da seguire per tutte le squadre di medio livello ed è contento dei risultati eccezionali della "sua" Lazio. Per la sfida scudetto tra Inter e Juve, invece, continua a vedere i bianconeri favoriti: "È ancora la più forte, anche se in questo momento non è più la squadra di Allegri e non ancora quella di Sarri".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments