Cagliari salvo, Atalanta in Europa

Gara decisa da Ceppitelli nel finale. Caldara spara alto un rigore al 92'. La Dea è settima e va ai preliminari

di
  • A
  • A
  • A

Nell'ultima giornata di Serie A, il Cagliari batte 1-0 l'Atalanta ma alla fine possono festeggiare entrambe: i sardi la salvezza, i bergamaschi vanno in Europa League per la seconda volta di fila ma questa volta dovranno passare dai preliminari a causa del settimo posto finale alle spalle del Milan. La gara è decisa all'87' da un colpo di testa di Ceppitelli. Nel recupero Caldara, all'ultima con la Dea, calcia alto il rigore del pareggio.

Al triplice fischio di Massa fanno festa in due: il Cagliari, che conquista una salvezza che si era fatta complicata dopo la sconfitta casalinga con la Roma, e l'Atalanta che per il secondo anno di fila parteciperà all'Europa League: la Dea chiude al 7° posto alle spalle del Milan e sarà costretta ai preliminari per accedere alla fase a gironi. I risultati di Napoli e Milano condizionano la gara decisa da Ceppitelli nel finale: i partenopei condannano il Crotone, mentre il Milan consolida il sesto posto battendo la Fiorentina.

E' divertente la sfida del Sant'Elia, con la Dea che non rinuncia mai a provare a tenere in mano il pallino del gioco e i padroni di casa bravi a coprirsi e a partire in contropiede con la velocità di Farias, E' proprio del brasiliano la prima occasione del match, ma il suo colpo di testa è salvato in tuffo da un ottimo Gollini che poi si ripete su una conclusione di Deiola deviata da un compagno. Sono le due occasioni migliori (gol a parte) per i padroni di casa che tremano solo in due occasioni: sulla prima Pavoletti salva sulla linea, nella ripresa Cragno toglie dall'incrocio un destro a giro di Freuler. L'agonismo non manca di certo, un po' meno la precisione negli ultimi metri. A giochi ormai fatti, la sfida si accende nel finale: il colpo di testa di Ceppitelli rende amaro il debutto in Serie A di Francesco Rossi, mentre in pieno recupero Caldara calcia alle stelle il rigore del pareggio e fallisce l'obiettivo di dire addio alla Dea dopo 15 anni con un gol. Una sconfitta indolore che non intacca lo splendido campionato degli orobici che hanno valorizzato altri giovani gioielli: Caldara e Spinazzola sono destinati alla Juve, Cristante è conteso dalle grandi e Ilicic è in orbita Inter. Ci saranno, insomma, le solite partenze ma anche la garanzia di successo Gasperini. Gli applausi vanno anche a Lopez: dopo la sconfitta con la Roma il suo Cagliari sembrava spacciato, ma il successo di Firenze ha rimesso tutto a posto e la vittoria di oggi è il modo migliore per ringraziare un pubblico che ha sempre sostenuto Pavoletti e compagni.

Farias 7 - Ottima prova del brasiliano che corre come un matto e va vicino anche al gol.
Ceppitelli 7 - Grande prova difensiva e nel finale il gol che decide la gara.
Barella 5,5 - Le potenzialità non si discutono, ma deve tenere a freno i nervi perché prende troppi cartellini.

Gollini 7 - Anche in Sardegna conferma di essere un secondo di grande affidamento: bravo su Farias e Deiola nel giro di pochi secondi.
Caldara 5,5 - Si presenta sul dischetto per dire addio alla Dea dopo 15 anni nel migliore dei modi, ma spara alto. Ora lo attende la Juve.
Ilicic 5,5 - Lanciato titolare al posto di Barrow non riesce mai a illuminare. Il risultato del Milan non lo aiuta di certo.

CAGLIARI-ATALANTA 1-0
Cagliari (4-4-2): Cragno 6,5; Faragò 6, Ceppitelli 7, Pisacane 6, Lykogiannis 6,5; Deiola 6,5 (26' st Cigarini 6,5), Barella 5,5, Padoin 6, Ionita 5,5; Farias 7 (41' st Cossu sv), Pavoletti 6 (30' st Sau 6). A disp.: Rafael; Andreolli, Castan, Miangue, Romagna; Caligara, Dessena; Giannetti, Han. All.: Lopez 6,5
Atalanta (3-4-1-2): Gollini 7 (38' st Rossi sv); Castagne 6, Caldara 5,5, Palomino 6; Hateboer 6, de Roon 5,5, Freuler 6, Gosens 6 (27' Bastoni 6); Cristante 6 (12' st Barrow 5,5); Ilicic 5,5, Gomez 5,5. A disp.: Berisha, Mancini, Del Prato, Colpani, Haas, Elia. All.: Gasperini 6
Arbitro: Massa
Marcatori: 42' st Ceppitelli (C)
Ammoniti: Castagne (A), Barella (C), Cigarini (C), Pisacane (C)
Note: Al 47' st Caldara (A) calcia alto un rigore

• Il Cagliari ha vinto la seconda gara consecutiva senza subire gol: era dal settembre 2017 che i sardi non riuscivano a vincere due sfide di fila con altrettanti clean sheets in Serie A.
• Nelle 12 trasferte prima di quella di oggi, l'Atalanta non aveva segnato solo contro la Juventus allo Stadium nel mese di marzo.
• Il Cagliari ha chiuso la partita con un possesso di palla medio del 31%: solamente contro l'Inter a San Siro (26%) e contro il Napoli al San Paolo (27%) ha fatto peggio nella Serie A 2017/18.
• Il Cagliari ha tenato solamente due tiri nel corso dei primi 45': almeno la metà di quelli fatti in qualsiasi altra gara casalinga disputata in questo campionato.
• Josip Ilicic ha perso 28 palloni in questo match: non ha mai fatto peggio in carriera in una gara del massimo campionato italiano.
• Mattia Caldara ha tirato il suo primo rigore in Serie A alla 55ª presenza nella competizione, senza tuttavia trovare la rete.
• Tutte le tre reti realizzate in Serie A da Luca Ceppitelli sono arrivate da sviluppo di cross, due delle quali su assist di Luca Cigarini.
• Nicolò Barella (13) e Luca Cigarini (12) sono i giocatori che hanno preso più cartellini gialli in questa Serie A.
• Francesco Rossi ha debuttato in Serie A all'età di 27 anni e 26 giorni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments