Nazionale, Insigne da dimenticato a capitano nel giorno del compleanno

Il talento del Napoli indosserà la fascia contro l'Olanda, terza amichevole per l'Italia di Mancini

  • A
  • A
  • A

La strana parabola di Lorenzo Insigne. L'uomo che mezza Italia aspettava nella partita di ritorno degli spareggi a San Siro contro la Svezia, e che l'ex ct Gian Piero Ventura "dimenticò" in panchina, giocherà dall'inizio con l'Olanda, terza amichevole della Nazionale di Roberto Mancini dopo quelle con Arabia Saudita e Francia. Titolare e...capitano. Sì, perché Insigne, con 25 presenze (e 4 gol all'attivo), è il calciatore con maggior partite alle spalle tra quelli che scenderanno in campo allo Stadium di Torino.

All'inizio sembrava che in occasione della partita con la Nazionale orange, anch'essa fuori dalla competizione Mondiale che prenderà il via in Russia il 14 giugno (ore 17, Russia-Arabia Saudita), la fascia di capitano dovesse toccare a Balotelli (35 presenze e 14 gol). "Sarebbe un gran bel segnale per tutti gli immigrati in Italia" aveva detto in conferenza stampa Mario. Ma Mancini ha deciso di lasciarlo in panchina per provare il tridene con Belotti e Verdi insieme a Insigne.

Ecco, quindi, che per l'idolo di Napoli quella con l'Olanda sarà una partita davvero significativa. Nel giorno del 27° compleanno scenderà in campo per primo, con la fascia al braccio, nel ricordo anche di quanto avvenuto lo scorso novembre. Chissà: se fosse entrato in csampo Insigne...

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments