Ciclismo, Mondiali a Doha: immenso Sagan, è di nuovo campione

Battuti in volata Cavendish e Boonen, quinto Nizzolo

Ancora lui, ancora Peter Sagan. Semplicemente il più forte di tutti. Lo slovacco, dopo il successo dell'anno scorso, si è laureato di nuovo campione del mondo trionfando a Doha in volata. Battuti Mark Cavendish (2°) e Tom Boonen (3°), per un podio composto solo da campioni del mondo. Quinto Giacomo Nizzolo, migliore degli azzurri. La gara, durissima per il caldo, è stata caratterizzata dal vento che ha frammentato il gruppo. "Ancora non ci credo", le prime parole di Sagan.

LA CORSA: VENTO E CADUTE

La corsa, di 257 chilometri, entra subito nel vivo. In mezzo al deserto, al primo cambio di direzione, il gruppo dei migliori viene colpito da raffiche violente di vento e i conseguenti ventagli mietono vittime illustri. Si forma un plotoncino con una trentina di corridori al comando guidato dai belgi Boonen e Van Avermaet. Tra questi il campione del mondo in carica Sagan, il britannico Cavendish, il norvegese Kristoff e gli italiani Viviani, Nizzolo, Guarnieri e Bennati.

Escono di scena così fin dalle prime battute i velocisti tedeschi Degenkolb, Greipel e Kittel, visibilmente delusi per aver perso il treno dei migliori. A 2000 metri dall'arrivo tenta il colpo a sorpresa l'olandese Leezer che viene però ripreso ai 700 metri. Si arriva così in volata: il primo a scattare è l'azzurro Nizzolo ma da dietro arriva come un treno Sagan che scavalca tutti e vince confermando di essere attualmente il migliore ciclista del Mondo (l'anno scorso trionfò a Richmond). Secondo Cavendish, terzo Boonen. Comunque positiva la prova di Nizzolo che chiude quinto dimostrando di essere in grado di lottare alla pari con i giganti delle volate.

L'ORDINE D'ARRIVO

1º SAGAN Peter SVK 5H40'43"
2º CAVENDISH Mark GBR
3º BOONEN Tom BEL
4º Matthews
5º Nizzolo
6º Boasson Hagen
7º Kristoff
8º Bonnet
9º Terpstra
10º Van Avermaet
11º Guarnieri
12º Blythe
13º Berhane
14º Roelandts
15º Roth

"SONO STATO FORTUNATO E CHE BRAVO NIZZOLO"

Sagan diventa il sesto corridore a vincere due mondiali di fila. Prima di lui Ronsse, Van Steenbergen, Van Looy, Bugno e Bettini. Al termine della gara quasi incredulo lo slovacco: "Sono stato fortunato perché sono stato l'ultimo ad entrare nel ventaglio e perché Nizzolo, allo sprint, non mi ha chiuso alle transenne. E devo dire anche che avevo il più grande gruppo di fan, venuti qui dalla Slovacchia. E poi mio fratello era nella corsa e Michal Kolar ha fatto un grande lavoro per me".

TAGS:
MONDIALI ciclismo 2016
Doha 2016
Ciclismo
Sagan

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X