Ferrari, Arrivabene: "C'è chi parla e chi fa i fatti"

Marchionne: "Non poteva esserci inizio migliore, ma ora niente proclami"

Ferrari, Arrivabene: "C'è chi parla e chi fa i fatti"

Maurizio Arrivabene, in pitlane dopo la vittoria di Sebastian Vettel a Melbourne, si è tolto qualche sassolino dalle scarpe: "C'è chi parla e chi fa i fatti... La gara è la domenica, i punti si fanno la domenica e noi abbiamo fatto i punti". Grande gioia per il trionfo del tedesco: "È una vittoria di squadra e da Ferrari". Dall'Italia è arrivato anche il commento del presidente Marchionne: "Non poteva esserci un inizio migliore, ma ora niente proclami. Dobbiamo continuare a lavorare".

Sergio Marchionne ha visto la gara incollato alla tv: "Sentire l'inno di Mameli risuonare a Melbourne è stata un'emozione per tutti noi e per ogni tifoso della scuderia. È il riconoscimento più bello per la squadra, che ha messo a punto una monoposto competitiva e che ha saputo sfruttare le occasioni che si sono presentate con una strategia perfetta. Complimenti a Sebastian e Kimi autori entrambi di una grande gara".

Il presidente della Ferrari tiene i piedi ben saldi a terra: "Naturalmente il cammino è ancora lungo: mancano altri 20 GP e sarebbe sbagliato fare proclami. Sappiamo che dobbiamo lavorare molto, ma il primo passo è andato nella direzione giusta".

TAGS:
Marchionne
Arrivabene
Ferrari
Vettel
Melbourne

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X