TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

Mediaset Premium

Champions League, Manchester City-Napoli 2-1: Sarri si arrende a Guardiola

Gli inglesi trionfano con Sterling e Gabriel Jesus, gli azzurri sbagliano un rigore con Mertens e accorciano con un altro penalty di Diawara

di CESARE ZANOTTO

Nella terza giornata della fase a gironi di Champions, il Napoli perde in casa del Manchester City e resta fermo a tre punti, a -3 dallo Shakhtar che supera il Feyenoord. La squadra di Sarri è piegata 2-1 dagli inglesi, che nel primo tempo volano sul 2-0 grazie a Sterling (9') e Gabriel Jesus (13'). Mertens ha la chance per riaprire la gara, ma al 38' si fa parare un rigore. Nella ripresa, con un altro penalty, accorcia le distanze Diawara (73').

LA PARTITA
Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Avremo la risposta tra un paio di settimane, nel match di ritorno, quando si vedrà se il Napoli avrà imparato la lezione. A Manchester gli uomini di Sarri reagiscono troppo tardi ma reagiscono, rischiando anche di riprendere una partita che si era messa malissimo troppo presto; e il carattere mostrato dagli azzurri è un aspetto certamente da non sottovalutare quando, dopo 13', ti ritrovi sotto 2-0 in casa della squadra che, al momento, è probabilmente la più in forma d'Europa. Giocarsela per 90' alla pari deve essere il prossimo obiettivo e per raggiungerlo si deve spesso passare da serate di questo tipo: se la squadra avrà assimilato per bene la lezione, in questa stagione ne vedremo delle belle.

E' un City che subito impressiona, condiziona, paralizza. Nella prima mezz'ora succede esattamente tutto ciò che non voleva Sarri, che alla vigilia aveva chiesto alla sua squadra di non avere paura. Ma in trasferta contro una squadra simile, in uno stato di forma simile, è inumano non averne: piuttosto, a fare la differenza, sarebbe l'atteggiamento sicuro e deciso con cui i partenopei si esprimono in campionato, ma nei primi 30 minuti non c'è traccia della consapevolezza acquisita dagli azzurri e la gara, inevitabilmente, diventa una salita durissima. Sterling, dopo 9', chiude un'azione avviata da Sanè sulla sinistra: l'inserimento di David Silva è meraviglioso, Zielinski non lo legge e la sfera arriva a centro area, dove Sterling ribatte in rete un tiro di Walker respinto. Passano meno di quattro minuti ed è 2-0: De Bruyne sfonda a destra e serve a centro area Gabriel Jesus, che da due passi fa secco nuovamente Reina (13'). A fare la differenza, in una prima mezz'ora dove il Napoli sembra sotto shock, è l'intensità del City unita a un'organizzazione tattica che impressiona. Fernandinho dà ordine davanti alla difesa, Sterling e Sanè provano ad assaltare le fasce ma la differenza è soprattutto in mezzo, sulla trequarti: David Silva e De Bruyne dominano contro Zielinski ed Hamsik e il povero Diawara non sa più dove andare a tamponare. La squadra di Guardiola, prima della reazione partenopea, ha altre due colossali occasioni per triplicare ma De Bruyne colpisce una traversa al 25' e Koulibaly salva sulla linea al 28'. A riaprire il match, quasi all'improvviso, potrebbe essere una trattenuta di Walker su Albiol, solo che Mertens dagli 11 metri si fa ipnotizzare da Ederson (38').

Il Napoli però nella ripresa è bravo a ripartire dal finale del primo tempo, quando finalmente gli azzurri avevano iniziato a esprimersi come in Serie A. Triangolazioni rapide, palla sempre a terra, pressing alto e furioso: così arrivano le occasioni per Hamsik (Stones salva tuto al 65') e poi un altro rigore, stavolta assegnato per il fallo di Fernandinho su Ghoulam. Diawara non sbaglia (73') ed è il City a questo punto a iniziare ad avere paura, anche se il risultato non cambierà fino alla fine nonostante la pressione partenopea e una buona chance capitata ancora a Mertens (80'). Ripartire da qui, da questo atteggiamento, per Sarri deve essere un obbligo.

LE PAGELLE

Mertens 5 - Troppa fretta con la palla tra i piedi e troppo egoista in qualche circostanza, quando scaricare sui compagni sarebbe stata la soluzione migliore per fare male. Calcia malissimo il rigore parato da Ederson.

Zielinski 5 - Nel primo tempo ci capisce molto poco in mezzo al campo contro David Silva. Difende male e si propone meno rispetto al solito, va un po' meglio nella ripresa come per il resto della squadra.

Ghoulam 6,5 - Contiene la corsa di Sterling e spinge ogni volta che può. E' bravo a procurarsi il rigore che riapre la partita.

Diawara 6,5 - Malissimo nel primo tempo, quando è spesso fuori posizione e non riesce a fare ripartire l'azione con rapidità. Ripresa di personalità, dagli 11 metri è glaciale.

Gabriel Jesus 7 - Rapido, elettrico, vivo. Segna ma potrebbe fare meglio sotto porta, dove fallisce qualche buona chance. I suoi movimenti sono comunque essenziali per la manovra del City.

David Silva 7 - Orienta subito la gara con la splendida azione da cui nasce l'1-0. Disegna calcio con una qualità eccellente.

IL TABELLINO

MANCHESTER CITY-NAPOLI 2-1
Manchester City (4-3-3): Ederson 7; Walker 5,5, Stones 6,5, Otamendi 6,5, Delph 5,5; De Bruyne 6,5, Fernandinho 6, David Silva 7 (36' st Gundogan sv); Sterling 6,5 (25' st Bernardo Silva 6), Gabriel Jesus 7 (42' st Danilo sv), Sané 6,5.
A disp.: Bravo, Mangala, Yaya Touré, Aguero. All.: Guardiola 6,5
Napoli (4-3-3): Reina 6,5; Hysaj 5 (25' st Maggio 6), Albiol 6, Koulibaly 6, Ghoulam 6,5; Zielinski 5, Diawara 6,5, Hamsik 5,5 (33' st Ounas sv); Callejon 6, Mertens 5, Insigne 5,5 (11' st Allan 6,5).
A disp.: Sepe, Maksimovic, Rog, Jorginho. All.: Sarri 6
Arbitro: Lahoz (Spagna)
Marcatori: 9' Sterling (M), 13' Gabriel Jesus (M), 28' st rig. Diawara (N)
Ammoniti:
Walker, De Bruyne, Fernandinho (M); Maggio, Albiol (N)
Espulsi: -
Note:
38' Ederson (M) para un rigore a Mertens (N)

TAGS:
Calcio
Champions league
Manchester city
Napoli

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X