Eurolega, Milano cede in casa all'Olympiacos

L'Olimpia lotta fino all'ultimo secondo ma si arrende 85-86 alla squadra del Pireo, che resta in vetta alla classifica

Nonostante un’altra prova di carattere, non arriva la terza vittoria consecutiva in Eurolega per Milano. L’Olimpia è stata infatti sconfitta (85-86) al Mediolanum Forum, nella nona giornata della manifestazione continentale, dai greci dell’Olympiacos Pireo, che si confermano così in vetta alla classifica. Gara punto a punto, con Jerrells che sbaglia la tripla della vittoria a cinque secondi dalla sirena conclusiva.

Nonostante un’altra prova di carattere, non arriva la terza vittoria consecutiva in Eurolega per Milano. L’Olimpia è stata infatti sconfitta (85-86) al Mediolanum Forum, nella nona giornata della manifestazione continentale, dai greci dell’Olympiacos Pireo, trascinati da McLean e Roberts, che si confermano così in vetta alla classifica. Peccato per la squadra di Pianigiani, protagonista di una gara punto a punto, con Jerrells che sbaglia la tripla della vittoria a cinque secondi dalla sirena conclusiva. Avvio di gara equilibrato, con i greci sospinti da un ispiratissimo Roberts, autore dei primi sette punti dell’Olympiacos. Il primo allungo è proprio della squadra del Pireo, con la tripla di Strelnieks a sancire il +5 (9-14). L’Olimpia però non si spaventa e anzi proprio dal 9-14, con Micov, Jefferson e Theodore grandi protagonisti, dà il via a un 12-0 che ribalta l’inerzia del match (21-14 al 9’), prima che la tripla del solito Roberts chiuda il primo quarto sul 21-17. In avvio di secondo quarto Theodore con un tiro dall’arco tocca la doppia cifra personale e porta Milano sul 24-19. I greci però sono sempre lì e, con Papanikolaou, Mantzaris e Strelnieks, rimettono la testa avanti (33-35 al 16’), per poi allungare fino al +7 (37-44 al 19’) sancito da un tiro da tre di Mantzaris. Milano non ci sta e risponde subito con Jerrells (40-44), così all’intervallo lungo la gara resta in sostanziale equilibrio (42-46). Il terzo quarto si apre con un’azione da tre punti (2+1) di Tarczewski che riporta a contatto l’Armani (45-46). Tra i greci però, dopo un quarto di pausa, torna a far punti Roberts, che ne mette quattro di fila e riporta i suoi a +5 (47-52). Milano è più reattiva a rimbalzo, ma i greci hanno la mano calda e con cinque punti consecutivi di Printezis raggiungono il massimo vantaggio (51-59), prima che McLean regali loro addirittura il +10 (53-63 al 28’). L’Olimpia però ha sette vite e reagisce ancora riportandosi a -3 (62-65), prima che l’uno su due dalla lunetta di Papanikolaou fissi il 62-66 all’ultimo intervallo. Il quarto conclusivo è ricco di pathos: Gudaitis è ispiratissimo e con otto punti in quattro minuti trascina Milano al sorpasso (75-72). Gli ateniesi però non perdono lucidità e inizia un vero e proprio testa a testa, con Gudaitis sempre ispiratissimo. Nel finale è però Theodore a ridare il +2 all’Olimpia (85-83 al 39’). McLean non ci sta: segna e subisce fallo, per il controsorpasso (85-86) a 46” dalla sirena. Gudaitis sbaglia, ma Papanikolaous fa 0/2 ai liberi. Jerrells ha così tra le mani la tripla della vittoria, ma la palla non entra e l’Olympiacos può esultare.

AX ARMANI MILANO-OLYMPIACOS PIREO 85-86
(21-17, 42-46, 62-66)
AX ARMANI MILANO: Micov 15, Pascolo 2, Kalnietis 2, Tarczewski 7, Cinciarini, Cusin n.e., M’Baye 3, Theodore 20, Jefferson 10, Bertans, Jerrells 7, Gudaitis 19. All. All. Pianigiani.
OLYMPIACOS PIREO: McLean 22, Toliopoulos, Papapetrou 2, Milutinov, Strelnieks 14, Printezis 9, Papanikolaou 11, Mantzaris 6, Roberts 18, Bogris, Wiltjer, Thompson 4. All. Sfairopoulos.
ARBITRI: Hierrezuelo (Spa), Javor (Slo), Panther (Ger).

TAGS:
Basket
Milano
Eurolega
Olympiacos

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X