Sci: Dressen esulta nella discesa di Kvitfjell, ma Feuz può sorridere

Lo svizzero con il secondo posto arriva a un passo dalla coppa di specialità, terzo Svindal. Quinto Innerhofer

  • A
  • A
  • A

È ancora Thomas Dressen a regalare una sorpresa nella discesa della Coppa del Mondo. A Kvitfjell, Norvegia, il tedesco chiude in prima posizione irrompendo in quello che sembrava essere un duello tra Feuz (+0”08) e Svindal (+0”17). Con il secondo posto lo svizzero mette una seria ipoteca sulla vittoria della coppa di specialità. Un buon Innerhofer sogna in grande ma chiude in quinta posizione (+0”32).

Poteva essere Jansrud il grande favorito dopo aver trionfato già in sei occasioni sulla Olympiabakken, ma sulle nevi di casa il norvegese non attacca bene nella parte centrale del tracciato e si deve accontentare di un quarto posto. La discesa libera sembra destinata a una lotta a due tra Feuz e Svindal per le prime posizioni della classifica di specialità: dopo un Kriechmayr ancora sottotono e Clarey lontano dal poter competere per le prime posizioni è Svindal a portarsi momentaneamente al comando. L'illusione però dura poco perché Beat Feuz, che già lo precedeva di 40 punti, riesce a beffarlo di nove centesimi chiudendo in 1'49”25.

La prestazione super in casa azzurra arriva da Christof Innerhofer, che fa tremare le prime posizioni chiudendo il quarto intertempo al comando per poi perdere qualcosa nel finale: il ritardo al traguardo vale solo un quinto posto. Il podio sembra stregato e anche l'austriaco Mayer, in piena lotta fino a metà tracciato, finisce col dire addio ai sogni di gloria uscendo di pista. A rompere l'incantesimo ci pensa però Thomas Dressen, che dopo aver conquistato il primo posto a Kitzbuhel riesce a stupire ancora portandosi al comando in 1'49”17. Per il tedesco arriva la conferma di una stagione da incorniciare e il momentaneo terzo posto nella coppa di specialità. 

Con l'assenza di Peter Fill, che già nei giorni precedenti non aveva completato le prove, assieme a Innerhofer c'era Dominik Paris a regalare speranze alla vigilia, ma un ritardo di +0”62 lo ha relegato in ottava posizione. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments