Menu
HomeHome

Mo Farah e Kipchoge scaldano Londra con i piedi in... fiamme

Alla maratona inglese di domenica prossima con le nuove super-calzature Nike ancora top secret

L'idolo di casa e il primatista mondiale. Sir Mo Farah, atleta britannico di origine somala campione olimpico dei 5000 e dei 10000 metri a Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016, nonché sei volte campione mondiale (dei 5000 m a Taegu 2011, Mosca 2013 e Pechino 2015 e dei 10000 m a Mosca 2013, Pechino 2015 e Londra 2017). Eluid Kipchoge, il keniano olimpionico di maratona a Rio De Janeiro, già tre volte vincitore sul traguardo della maratona di Londra, il record-man capace di correre i 42,195 metri in 2h 01' 39" (Berlino 2018) e pronto a cimentarsi nuovamente, prima o poi, nel tentativo di abbattere il muro delle due ore.

Sono loro due i protagonisti annunciati della maratona in programma nella capitale inglese domenica prossima: la terza Major dell'anno, l'ultima primaverile dopo Tokyo e Boston, che come sempre promette grandi tempi. E forse l'attacco al record. Per farlo, i due (anche se l'impresa, visti i tempi, pare possibile solo per Kipchoge) indosseranno anche un nuovo paio di scarpe, release che verrà presentata proprio a Londra nei prossimi giorni. Top secret, ovviamente, le caratteristiche delle nuove calzature Nike: per ora solo un annuncio da parte dei due affidato ai rispettivi profili social. Il modo miglior per scaldare l'attesa e accrescere la curiosità.

IL TWEET DI ELIUD KIPCHOGE

TAGS:
Mo Farah
Eliud Kipchoge
Scarpe
Maratona londra

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X