MOTOGP

Pronta all'esordio: è l'Aprilia MotoGP di Aleix Espargarò e Lorenzo Savadori

Svelamento"emozionale" sul circuito di Losail per la nuova versione della RS-GP con la quale lo spagnolo e l'italiano correranno il Mondiale.

  • A
  • A
  • A

Sull'asfalto di Losail, dove la stagione 2021 inizia con la prima sessione di test del nuovo anno, Aprilia toglie i veli alla propria RS-GP per il Mondiale che scatta a fine mese proprio in Qatar ma il primo pensiero è per Fausto Gresini, scomparso lo scorso 23 febbraio e "presente" con una dedica speciale sulla moto veneta che rappresenta un'evoluzione nella continuità del modello che ha disputato la scorsa stagione. Diverse le novità dla punto di vita aerodinamico, nuovo il telaio. Confermata la coppia di piloti che ha chiuso il Mondiale 2020, formata da Aleix Espargarò e da Lorenzo Savadori.

Il tramonto del deserto qatariota getta una luce dolce e malinconica sulla presentazione del team Aprilia Gresini che si prepara ad un Mondiale da affrontare senza l'anima dell'intera operazione: Fausto Gresini, naturalmente, scomparso poco più di una settimana fa dopo quasi di due mesi di lotta al Covid. L'intera squadra schierata alle spalle delle RS-GP, dei due piloti, del CEO Aprilia Racing Massimo Rivola e del Direttore Tecnico Romano Albesiano. Prima di togliere i veli alle moto (e, figurativamente, un altro velo - di commozione) sono le immagini del due volte campione del Mondo nella 125 "in azione" nelle sue vesti di TeamPrincipal a far scattare l'applauso dei suoi uomini. Poi tocca a Rivola, Albesiano, Espargarò e Savadori prendere la parola. Per l'esperto catalano e per il romagnolo che ha debuttato nella Premier Class sul finire della scorsa stagione prendendo il posto di Bradley Smith, la missione 2021 è quella di andare a caccia di obiettivi via via più ambiziosi, aggiustando il tiro nel corso della stagione. Alla ricerca di un risultato di prestigio da dedicare a Fausto ("presente" sulla RS-GP nel cuore applicato su una delle appendici aerodinamiche del muso) e di un miglioramento nella classifiche Costruttori e Team di quella che è l'ultima stagione della partnership tra la Casa veneta ed il Gresini Racing.

 

Aleix Espargarò: “Può sembrare banale ma sono sempre emozionato all’inizio di una nuova stagione. Sto per iniziare la mia quinta con Aprilia, un team che è ormai una seconda famiglia. Infatti non vedo l’ora di tornare a lavorare con loro. Il primo contatto con la nuova RS-GP è stato positivo, i ragazzi hanno lavorato sodo durante l’inverno ma la strada è ancora lunga. Ci aspetta un campionato impegnativo, fitto di impegni, dove forma fisica e mentale dovranno essere sempre ai massimi livelli. Sono più pronto che mai”.

Lorenzo Savadori: “Non posso che ringraziare Aprilia per questa grande opportunità. So di avere molto da imparare, la categoria è impegnativa e ancora nuova per me. I test e le gare dello scorso anno mi hanno permesso di iniziare a costruire la fiducia con questa moto e con questi pneumatici, ma è solo una base di partenza con molto margine di miglioramento. Cercherò di trasformare in energia positiva il dolore generato dalla scomparsa di Fausto, una persona che ha creduto molto in me. La sua determinazione e i suoi insegnamenti mi accompagneranno in questa nuova fase della mia carriera”.

Massimo Rivola (AD Aprilia Racing) 
“In questa prima fase del campionato non vogliamo guardare agli altri ma solo a noi stessi, consolidando il nostro trend indubbiamente positivo. Ad Aleix spetta un compito molto importante, guidare la squadra e non farsi tradire dalla frenesia del risultato ad effetto. La costanza e il lavoro gli regaleranno le soddisfazioni che merita. Lorenzo dovrà crescere e imparare tanto, a partire dai circuiti. Un talent scout straordinario come Fausto credeva molto in lui, sono sicuro che darà il massimo per ripagare la fiducia. Il team è solido, ambizioso e realista. Tutti sanno che solo mantenendo la rotta è possibile continuare a crescere, portando Aprilia a lottare per le posizioni che contano, anche in MotoGP”.

Romano Albesiano (DT Aprilia Racing)

“Grazie al lavoro di questo inverno e al grande sforzo del reparto corse, sappiamo di aver fatto un grosso passo avanti che è ora atteso dal confronto con i rivali. La nostra crescita è chiara e questo regala fiducia all’ambiente, i nostri ingegneri hanno portato in pista una ulteriore evoluzione di un progetto che ha un grande potenziale ancora da esprimere. Siamo intervenuti su tutti gli aspetti: da quelli visibili, come la nuova aerodinamica o il forcellone in carbonio, ad interventi profondi su ciclistica, motore ed elettronica. Il pacchetto che porteremo in pista nella fase iniziale della stagione verrà poi ulteriormente sviluppato secondo un programma di lavoro sostanzialmente già definito”.

 

 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments