MOTOGP

MotoGP, Ezpeleta detta le regole: "Se ci sarà un positivo non ci fermeremo"

Il CEO di Dorna illustra il protocollo per la ripresa delle gare

  • A
  • A
  • A

Il Motomondiale si prepara ad accendere i motori. E Carmelo Ezpeleta ha "anticipato" in un'intervista a Marca le regole che il circus dovrà seguire dopo l'emergenza Coronavirus. "Ci saranno test per tutti coloro che dovranno entrare nel paddock. Come per la F1 o per altri sport non ci fermeremo - ha spiegato il Ceo di Dorna -. Ora siamo molto più preparati rispetto a quando il Gran Premio d’Australia di F1 è stato annullato, e abbiamo anche protocolli per ciò che dovrà accadere se qualcuno risulta positivo o mette in evidenza sintomi".

Ezpeleta

Vedi anche MotoGP, stop alle wildcard: niente GP Catalogna per Lorenzo Motogp MotoGP, stop alle wildcard: niente GP Catalogna per Lorenzo

Dichiarazioni che lasciano poco spazio alle interpretazioni: una volta cominciato un weekend di gare, lo si porterà a termine anche se dovessero presentarsi dei casi di positività al Covid-19. "Abbiamo praticamente completato il protocollo - ha precisato -. Stiamo aspettando di presentare le nostre misure dopo averle valutate con grande accuratezza e non appena vedremo che è possibile viaggiare si entrerà nella fase conclusiva. Lo presenteremo per l'approvazione o per eventuali modifiche necessarie". 

Vedi anche MotoGP, Dorna e il calendario: sette gran premi su 12 in Spagna Motogp MotoGP, Dorna e il calendario: sette gran premi su 12 in Spagna

Quanto al calendario del Motomondiale, Ezpeleta ha mostrato grande ottimismo sulla possibilità di cominciare a metà luglio da Jerez a porte chiuse e non ha escluso la possibilità  di fissare doppi appuntamenti su alcuni circuiti come già deciso per la Formula 1. “Speriamo davvero che tutto vada nella direzione intrapresa - ha spiegato -. Ci sono ancora alcune cose da valutare, ovviamente. Ci vorrà ancora un po’ di tempo, e penso che potremo inserire altre gare alla intelaiatura che abbiamo già creato". " All’inizio di giugno potremo annunciare il calendario che inizierà, se tutto andrà bene, il 19 luglio a Jerez de la Frontera - ha aggiunto il Ceo di Dorna  -. Il doppio Gran Premio in diversi circuiti sarebbe possibile, e la maggior parte di queste chance sarà in Spagna. Abbiamo quindi raggiunto accordi con gli organizzatori per disputare queste gare senza pubblico che, ovviamente, era la questione più importante. Abbiamo quindi creato una bozza di calendario che sta provando a divenire realtà”.      

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments