MOTOGP - GP AUSTRIA

Dovizioso soddisfatto: "Qui è più semplice". Rossi: "FP3 sarà fondamentale"

Il pilota Ducati sorride dopo aver ottenuto il secondo crono nella classifica combinata nelle libere

  • A
  • A
  • A

E' un Andrea Dovizioso ritrovato e più che mai soddisfatto quello che è riuscito a conquistare in mattinata il secondo crono nelle libere di Spielberg, tempo che in questo momento lo vedrebbe proiettato direttamente in Q2. Parente lontano del Dovi visto in pista a Jerez-2 e Brno, il pilota Ducati sorride dopo il doppio turno del venerdì al Red Bull Ring: "Stamattina siamo partiti bene e meglio, sono riuscito a fare ciò che volevo".

"La pista ci ha aiutati, è diversa da Jerez e Brno. Per il discorso gara c'è ancora da fare, abbiamo fatto solo una sessione ed Espargaro è molto carico. Abbiamo fatto solo un turno, anche contro le Suzuki sarà difficile. Non mi sorprenderei se dovessero arrivare domani altri piloti, domani con due sessioni mi aspetto di tutto" ha continuato Dovizioso.

Il pilota Ducati, terzo in classifica piloti a pari punti con Morbidelli, ha poi spiegato la differenza tra le gomme di quest'anno e quelle della passata stagione: "In Austria, come in altre di consumo estremo per le gomme, si portano delle gomme dell'anno precedente con alcune modifiche. Cambia la carcassa, anche quest'anno hanno fatto così e le hanno modificate con la soft e la media. Il miglioramento di stamattina dipende dalla facilità di guida in questa pista per la mia moto".

Vedi anche MotoGP, libere-2 bagnate: Miller il più veloce, Rossi 9° Motogp MotoGP, libere-2 bagnate: Miller il più veloce, Rossi 9° ROSSI: "NON SARA' FACILE, TUTTI FORTI"

"La sessione di questa mattina è stata completamente asciutta e abbiamo potuto lavorare. Questa pista è molto particolare ed è molto importante essere forti in frenata, quindi è necessario bilanciare la moto soprattutto per questo. Ma quello che ho visto stamattina è che quest'anno tutti sono molto forti" ha invece sottolineato Valentino Rossi.

Con il suo attuale tredicesimo tempo in combinata il "Dottore" è virtualmente fuori dal Q2, ecco perché domani è chiamato ad una prestazione super: "Dobbiamo migliorare, soprattutto nel settore 3. Avevamo programmato di provare qualcosa di diverso questo pomeriggio, ma purtroppo è stato molto difficile portare a termine il lavoro a causa delle condizioni meteo. Domani bisognerà fare una buona FP3, perché sarà fondamentale essere tra i primi 10".

"Non credo sarà facile, perché ci sono tutti. Al momento le previsioni per domani pomeriggio prevedono pioggia, non molto, simile a quella che abbiamo avuto oggi. Di sicuro, se è così, tutto è possibile" ha concluso il dottore.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments