MOTOGP ARAGON

MotoGP, Dovizioso contro Petrucci: "Mi ha mancato di rispetto". Petrux: "Corro per me stesso"

Malumore in casa Ducati e per il forlivese dopo che il compagno di box non lo ha aiutato in Q1

  • A
  • A
  • A

E' un Andrea Dovizioso nervo come poco volte visto prima quello che, rientrato ai box dopo il deludente terzo tempo in Q1, lancia via i guanti prendendosela col compagno di squadra Danilo Petrucci: "Mi ha mancato di rispetto, mi ha fatto girare le palle. L'ho tirato tre volte e se fai così non avendo il passo significa che mi hai rubato il tempo".  Il pilota umbro, dal canto suo, si è difeso: " Sicuramente sono molto dispiaciuto che Andrea sia rimasto fuori dalla Q2, ma io devo pensare solo a fare il mio meglio".

Rimasto fuori dal Q2 per una manciata di millesimi Dovizioso, che è in piena lotta per il titolo Mondiale, ha puntato il dito contro il compagno di squadra colpevole di aver sfruttato la sua scia in entrambi i tentativi senza ricambiare il favore: "È una questione di rispetto, per tutta la storia che c'è stata tra noi. Non mi aspettavo che i piloti Ducati mi tirassero e lui ha fatto il suo, mi ha mancato di rispetto. Di ordini non abbiamo mai parlato, non è una questione di strategia".

Petrucci, vincitore dell'ultimo GP a Le Mans, si è detto sì dispiaciuto, ma il messaggio lanciato al forlivese è chiaro: "Non ho ricevuto alcun ordine ed ho sfruttato tutte le armi a mia disposizione. A Le Mans ero veloce, quindi non ho usato alcuna scia. Qui siamo ritornati a perdere moltissimo sul rettilineo, quindi mi serviva una scia e mi dispiace che sia stato proprio Andrea a darmela. Corro per me stesso e devo recuperare da una prima parte di stagione difficile, quindi devo usare tutte le armi che ho a disposizione".

"Ci parlerò, ma domani è un altro giorno e faremo la nostra gara. Se non avessi preso quella scia, adesso sarei dovuto venire qui a spiegare perché sono lento, quindi ho solo usato tutto quello che ho a disposizione. Mi spiace che a farne le spese sia stato Andrea" ha aggiunto Petrux.

Sulla vicenda è intervenuto il team manager Davide Tardozzi: "Andrea e Danilo non si erano accordati per il primo run, non c'era una strategia. Nel secondo run, in cui Petrucci è stato più veloce in scia ad Andrea, semplicemente Andrea è partito prima e Danilo se l'è trovato per strada, è stata una casualità, ognuno stava svolgendo il suo lavoro. Credo che Dovizioso fosse arrabbiato per non essere entrato nel Q2, non so se fosse arrabbiato con Danilo. Andrea è partito un giro prima, se potessi parlare con i piloti come in F1 magari gli avrei detto 'ok, tira tu', nessuno ha detto 'Andate fuori, Andrea tira e Danilo sta dietro. E' stata una casualità".

BAGNAIA: "NON HO AVUTO GRIP"
Delusione anche per Pecco Bagnaia che non è riuscito ad andare oltre il 17° tempo: "E' un weekend difficile, gli ultimi due siamo riusciti a risollevarli ma oggi è complicato perché mi sta venendo difficile sentire la moto. Abbiamo migliorato l'anteriore, ma il posteriore resta senza grip ed è una situazione difficile. Domani in warm up proveremo altro e stringeremo i denti per fare quel che si può".

"Ripresa nel Gp di Teruel? Spero di riuscire a risolvere i problemi già da questo fine settimana, ultimamente fatichiamo troppo. Tutti dicono che c'è un grip ottimo, ma io oggi non l'ho avvertito completamente. Quando entri in curva lasciando il freno anteriore e la posteriore scivola via ti dà sensazioni veramente brutte. Ad oggi non posso dire di poter lottare per la top 7" il commento del futuro pilota ufficiale della Ducati.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments