GP SAN MARINO LIBERE 2

Misano FP2: Zarco batte gli "ufficiali" Bagnaia e Miller, 4°Mir, duro apprendistato per Morbidelli e Dovizioso

Miglior tempo del pilota francese nel secondo turno di prove libere del quattordicesimo appuntamento del Mondiale, condizionato dal maltempo.

di
  • A
  • A
  • A

Arrivata solo nel finale del primo turno di prove libere del GP di San Marino e della Riviera di Rimini, la pioggia ha invece condizionato per intero la seconda sessione, dominata dalle Ducati, con la Desmosedici Pramac di Johann Zarco davanti a quelle "factory" di Francesco Bagnaia (+0.553) e Jack Miller (+0.622). Il campione del mondo John Mir firma il quarto tempo davanti a Marc Marquez ed alle KTM diMiguel Oliveira e Danilo Petrucci.

Ducati inarrivabili per la concorrenza nel bagnatissimo turno di prove libere che chiude per la MotoGP la prima giornata del weekend del Marco Simoncelli World Circuit. Il miglior tempo lo sigla Zarco che proprio in extremis toglie a Francesco Bagnaia il tempo che il piemontese aveva a sua volta strappato al compagno di squadra Jack Miller. Una Desmosedici targata Pramac quindi davanti alle due "Rosse" del team ufficiale ma larghi sorrisi nei box del team factory, visto che il leader del Mondiale Fabio Quartararo è stato fin qui protagonista (si fa per dire) di un avvio di fine settimana piuttosto incolore. Il Diablo (dalle polveri bagnate) ha chiuso le FP2 in 18esima posizione ( a due secondi e 108 millesimi dalla vetta), appena dietro al suo ex compagno di squadra Maverick Vinales, che in mattinata era stato il più veloce con l'Aprilia sull'asfalto asciutto. Tutto questo al termine di un turno avaro di soddisfazioni per la Casa di Iwata: tredicesimo tempo per il neoacquisto Franco Morbidelli (ma ad un secondo e 747 da Zarco), 16esimo e 21esimo rispettivamente per Valentino Rossi (+2.033) e per il rientrante Andrea Dovizioso (+2.433) in sella alle M1 "malesi" del team Petronas.

Con le Yamaha per ora lontane, all'inseguimento delle Ducati sull'asfalto bagnato ci sono la Suzuki (quarto tempo per Joan Mir) , la Honda con Marc Marquez (quarto) e la KTM con Miguel Oliveira settimo in sella alla moto ufficiale e Danilo Petrucci (Tech3) che - da specialista del bagnato - approfitta delle condizioni di precario equilibrio per riaffacciarsi dopo molto tempo alle posizioni nobili della classifica. Segna un po' il passo sotto la pioggia l'Aprilia che, con il già citato Vinales nelle retrovie, piazza all'ottavo posto Aleix Espargarò, appena davanti ad Iker Lecuona, vittima di un highside con la sua KTM. Fuoriprogramma anche per Enea Bastianini, scaricato a terra dalla Desmosedic Esponsorama alla prima curva.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments