MOTOGP AUSTRIA

GP Austria, Binder: "Gara spaventosa, non sentivo più i freni". Martìn: "Spinto come un pazzo"

Gara dal finale al cardiopalma a Spielberg, col sudafricano che precede Bagnaia e Martìn sul traguardo

  • A
  • A
  • A

Un grande rischio sotto la pioggia, che però ha pagato con un successo importantissimo per KTM. Al parco chiuso Brad Binder, fresco vincitore del GP d'Austria, non ha nascosto di essersi preoccupato per gli ultimi giri in gara con le slick mentre la pioggia cadeva sempre più insistentemente: "E’ stato spaventoso, appena ho visto la pioggia ho cominciato a calcolare quanti secondi al giro potevo perdere rimanendo in pista".

"Quando la posteriore è calata i freni sono andati, qualcuno mi ha tenuto su e ho preso l’azzardo che ha pagato” ha spiegato il sudafricano.

Non si è fidato della pioggia è ha cambiato moto invece Jorge Martìn, al secondo podio consecutivo in terra austriaca: "E’ stata una gara incredibile, un lavoro pazzesco perché nella prima parte mi sentivo bene ma perdevo l’anteriore ad ogni curva. Stavo rimontando, poi è successo qualcosa di strano e la moto tremava sul rettilineo, pensavo esplodesse. Ho voluto chiudere con la pioggia, mi sono fermato appena possibile e all’ultimo giro ho spinto come un pazzo sorpassando sette piloti in una curva”.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments