BORGO PANIGALE E CHIVASSO

Ducati, Dall'Igna: "Ce l'abbiamo fatta, è stato un bel viaggio"

Il dg della squadra di Borgo Panigale ringrazia tutti: "E' bellissimo poter festeggiare con tutte le nostre persone, vorrei averle tutte qua con me". Anche Chivasso in festa

  • A
  • A
  • A

La festa Ducati a Valencia è iniziata subito dopo che Bagnaia ha tagliato il traguardo. Una giornata storica per la squadra di Borgo Panigale, che è tornata a vincere il titolo piloti della MotoGP dopo il primo storico successo con Stoner nel 2007, aggiungendolo a quello costruttori e team per un tris clamoroso. "Ce l'abbiamo fatta, è stata difficile e lunga, ma è stato un bel viaggio. E' bellissimo poter festeggiare con tutte le persone della Ducati, anche con chi ha lavorato a casa, vorrei averle tutte qua con me", ha detto l'ingegner Gigi Dall'Igna, dg di Ducati Corse. "Bisognerà lavorare ancora tanto, sicuramente gli altri non staranno a guardare", ha aggiunto proiettandosi sulla prossima stagione.

Vedi anche Bagnaia sul trono iridato a Valencia, vince Rins nel giorno dell'addio della Suzuki Motogp Bagnaia sul trono iridato a Valencia, vince Rins nel giorno dell'addio della Suzuki

Festeggia anche Claudio Domenicali, Ceo di Ducati. "È una giornata fantastica per tutta la Ducati! Ducati Corse ha lavorato con costanza e risolutezza per raggiungere questo secondo titolo piloti MotoGP che oggi ci fa scoppiare il cuore dalla gioia. Le corse sono così legate alla passione dei ducatisti e anche il mio percorso in Ducati è cosi legato alle competizioni che oggi sono davvero estremamente felice. Voglio prima di tutto fare i complimenti a Pecco che ha fatto una stagione incredibile, in cui ha avuto il grande merito di crederci sempre, anche quando la rimonta sembrava impossibile. Un ringraziamento ai "tre moschettieri" Gigi, Paolo, Davide e a tutte le ragazze e i ragazzi di Ducati Corse e del Ducati Lenovo Team, che hanno lavorato a questa moto incredibile e anche alle donne e agli uomini che lavorano a Borgo Panigale e rendono possibili emozioni come queste. Il titolo mondiale è per loro e per tutti i ducatisti. È stata una lunga rincorsa, ma oggi la squadra è forte come non è mai stata e questo risultato è estremamente importante per eliminare la tensione ed essere più concentrati che mai a fare bene anche nel futuro. Credo davvero che possa essere l’apertura di un ciclo molto positivo per Ducati", le sue parole.

Anche il compagno di team di Bagnaia, Jack Miller, ha fatto i complimenti a "Pecco". "Pecco e io siamo stati una squadra in Ducati per due anni, abbiamo vinto anche il campionato a squadre per due anni consecutivi. Ora finalmente ha portato a casa l'ultimo titolo che mancava, sono felicissimo per lui", ha detto l'australiano, che l'anno prossimo correrà con la Ktm. "Per me c'è stata un'altra top five, io volevo qualcosa in più, ma è stato un percorso fantastico", ha aggiunto.

Contemporaneamente, è esplosa la festa a Borgo Panigale, il quartiere della periferia di Bologna dove ha la sua sede storica la Ducati. Oltre un migliaio di tifosi hanno assistito alla gara decisiva davanti al maxischermo allestito alla sede dell'azienda per sostenere tutti insieme Bagnaia e la Ducati: un fiume di magliette e cappellini rossi composto dai dipendenti, dagli invitati e dai tanti "ducatisti" dei club di varie parti d'Italia che hanno voluto celebrare il successo proprio là dove nascono i motori dal suono inconfondibile.

"Campione del mondo, sei campione del mondo, come Valentino Rossi, come Casey Stoner con la Ducati". Sono le urla di festa a Chivasso (Torino), per festeggiare Bagnaia. In piazza d'Armi, nella sua Chivasso, una folla munita di bandierine rosse e di fumogeni ha seguito su maxi-schermo la gara, per esplodere poi nella festa alla vittoria. Il ritrovo in piazza per assistere alla gara in diretta era stato annunciato all'insegna di "Chivasso tifa Pecco", anche in un post sulla pagina Facebook del "Pecco Fan Club".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti