Samp: "Rescissione con Cassano"

L'avvocato braccio destro del presidente Ferrero: "E' un epilogo amaro"

  • A
  • A
  • A

L'avvocato Antonio Romei, braccio destro del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, ha confermato la risoluzione del contratto di Antonio Cassano, non ancora ufficializzata dal club: "La rescissione è un epilogo amaro, il suo ritorno poteva essere diverso, ma alla fine dirsi addio è la soluzione migliore per entrambi visto che le posizioni sono differenti ma tutte e due legittime", ha detto Romei.

L'avvocato è intervenuto ai microfoni dell'emittente genovese Primocanale, confermando la notizia che già circolava da giorni. L'ufficialità dovrebbe arrivare giovedì, dopo l'incontro di oggi a Bogliasco dove sono stati approntati tutti i documenti necessari.

Cassano, già in blucerchiato dal 2007 al gennaio 2011, era tornato alla Sampdoria nell'agosto del 2015 ma dalla scorsa estate non rientrava nei piani societari. Dopo essere stato messo di fatto fuori rosa, l'attaccante ha proseguito ad allenarsi da solo nelle strutture della società, ottenendo il via libera di aggregarsi alle sedute della Primavera solo a novembre.

Ora che il divorzio dalla Samp è quasi fatto, resta l'incognita legata al futuro. Cassano ha rifiutato le proposte arrivate dalla Cina e vorrebbe non allontanarsi molto da Genova, città che ama e dove ha conosciuto la moglie Carolina. Dalla Serie B pare si sia fatta avanti l'Entella, ma spunta anche l'ipotesi Bologna, dove Fantantonio ritroverebbe Donadoni e Mirante, con cui ha condiviso l'esperienza del fallimento del Parma. L'altra possibilità sarebbe il ritiro, un'opzione che il barese pare non voglia prendere ancora in considerazione.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments