Roma, preso Schick per 38 milioni

Accordo con la Samp per il prestito oneroso con obbligo di riscatto: operazione da 38 milioni. Ferrero: "Uno così nasce ogni 100 anni"

  • A
  • A
  • A

Patrick Schick è un nuovo attaccante della Roma. La società giallorossa ha trovato l'accordo con la Sampdoria nel vertice tra Baldissoni e Monchi e la dirigenza blucerchiata. Prestito oneroso da 5 milioni di euro e riscatto obbligato fissato a 33: un'operazione da 38 milioni. Al giocatore un quinquennale da 2,5 milioni di euro, bonus compresi. "Sono contento, è la scelta giusta" le parole del ceco che dopo la prima notte nella Capitale sosterrà le visite mediche.

Patrick Schick è della Roma. Nella capitale la dirigenza giallorossa ha incontrato quella della Sampdoria per chiudere l'affare sulla base di 38 milioni di euro. "Sto andando a vedere le condizioni - aveva commentato il presidente blucerchiato Ferrero -. Il problema è solo uno: se il ragazzo sta bene e lo faranno giocare, sarà della Roma. Sono fiducioso". Un affare giallorosso: "Fenomeni come lui nascono una volta ogni cento anni".

L'accordo economico tra Sampdoria e Roma c'era da diversi giorni, ma l'ultimo tassello è stato convincere Schick ad accettare la proposta giallorossa da 2,5 milioni di euro a stagione per cinque anni. L'estate dell'attaccante ceco è stata tormentata, passata dall'accordo con la Juventus ai problemi alle visite mediche, passando per l'interesse e uno pseudo-accordo con l'Inter mai concretizzato. La destinazione finale è dunque essere la capitale sponda giallorossa. Martedì le visite mediche, poi sarà a disposizione di Di Francesco.

"Sto andando a vedere - ha confermato Ferrero prima del vertice con la Roma rappresentata da Baldissoni e Monchi -. Se il ragazzo sta bene e lo fanno giocare, sarà della Roma. E' un fenomeno e uno come lui nasce ogni cento anni. Meglio di Beckenbauer".

"Adesso posso dire che Schick è romano e romanista". Massimo Ferrero ufficializza così il trasferimento dell'attaccante ceco dalla Sampdoria alla Roma. Al termine dell'incontro con la dirigenza giallorossa, il patron doriano non ha voluto rivelare le cifre dell'operazione ("non parliamo di soldi"), ma ha ammesso che "è stato uno shock per noi averlo dato via". Eppure "sono molto felice che abbia scelto la Roma, su di lui c'erano Psg, Monaco, anche il Napoli e altre squadre. Ci ho messo il cuore per far venire Patrik qui, il ragazzo è contento e in giornata arriverà nella capitale - aggiunge Ferrero -. La Roma ha fatto un grande affare. Trattatelo bene perché è il mio gioiello più bello, vedrete come è spietato davanti alla porta".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments